Ultime notizie

PERIMETRAZIONE DEL PARCO NAZIONALE DEL MATESE, INSORGONO LE ASSOCIAZIONI. ACCUSE ANCHE ALL’IMMOBILISMO DELLA REGIONE CAMPANIA

Piedimonte Matese. Per il Parco regionale del Matese è già polemica. Alla base delle motivazioni, la perimetrazione, della quale non sono affatto d’accordo le associazioni .Il malcontento è emerso in tutta la sua interezza, dalla riunione che si è tenuta   lo scorso 10 gennaio a Bojano.  L’incontro, era finalizzato proprio ad analizzare quanto proposto dalla Regione Molise, attraverso una delibera dello scorso dicembre, relativamente prorpio alla perimetrazione.

“L’approssimazione della conoscenza del principio di tutelare il territorio del Matese  – spiega Vincenzo D’Andrea, Presidente della “Consulta del Matese” –  è la causa principale dello sciagurato provvedimento della Giunta Regionale del Molise e dell’immobilismo della Regione Campania.  Una delibera, quella del Governo molisano, in netto contrasto con se stessa, ribadendo nella perimetrazione disegnata, concetti diversi della relazione tecnica. Il rischio è che la Regione Campania, perda volontariamente tempo per fare del tema “Parco Nazionale del Matese” materia di consenso elettorale per le prossime elezioni regionali.  Si sta perdendo tempo utile per l’intero Matese che è territorio condiviso su due Regioni amministrative.

Si perde cosi l’opportunità di difendere il nostro territorio matesino che non è solo quello ricadente, attualmente nel perimetro dell’attuale Parco Regionale che verrà soppresso, giusto prima del DPR di costituzione del Parco Nazionale e di dare i benefici voluti dal Ministero dell’Ambiente per i territori ricadenti nei Parchi Nazionali: le famose Z.E.A. (Zone Economiche Ambientali), aree soggette a fiscalità di vantaggio.   Mai perdendo di vista la vera finalità di avere un’area protetta: quella di salvaguardare il territorio. È all’interno di questa condizione che vanno disegnate tutte le strategie di favore per le popolazioni antropiche che lo vivono. Noi, ovviamente, non ci fermeremo e metteremo in campo tutti gli strumenti necessari, affinchè il Parco sia davvero un istituto di grande importanza. Prima per salvaguardare lo spirito dell’Ente stesso che è quello di difendere il territorio e poi, solo in una fase successiva, se ben strutturato arriverà inevitabilmente anche l’aspetto economico –occupazionale”.

 

 

Informazioni su Redazione ()
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: