POSTA RECAPITATA IN RITARDO , IL SINDACO GIAQUINTO DIFFIDA POSTE ITALIANE

Giuseppe Terminiello| CAIAZZO. Il disagio dei cittadini residenti nel comune di Caiazzo in merito al mancato recapito della posta sul territorio comunale, potrebbe essere  ben presto risolto.Dopo la diffida prodotta dal primo cittadino Stefano Giaquinto nei confronti dei vertici di Poste Italiane, la responsabile delle relazioni istituzionali territoriali con il sud con sede in Napoli, ha concordato per oggi un incontro con Giaquinto, presso la sede del Comune di Caiazzo per affrontare e risolvere la problematica oggetto di diffida.Secondo la fascia tricolore, inoltre, “il ritardo nella consegna in prossimità della scadenza o addirittura successivamente, in particolare delle fatture dei servizi di pubblica utilità (enel, telefono e gas) e degli avvisi di pagamenti fiscali, espone i cittadini a conseguenti danni economici quali interesse, more e distacchi, senza che essi siano in alcun modo salvaguardati, danneggiando altresì  il nome della nostra Città”. Giaquinto ha infino diffidato la società postale e si è riservato di adire le vie legali in mancanza di sollecito riscontro alla normalizzazione della consegna della posta.

About Redazione (8891 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Comment on POSTA RECAPITATA IN RITARDO , IL SINDACO GIAQUINTO DIFFIDA POSTE ITALIANE

  1. Egr. Direttore,
    a Piedimonte Matese, Via Bonifica ; Via Casino del Duca ; Via Aldo Moro e non che Via Ortensia è la medesima strada. Ho ricevuto l’ultima corrispondenza il mese di luglio del decorso anno 2019. A quel tempo bastava che il mittente indicasse come destinatario un nome qualsiasi della strada di cui sopra, aggiungendo magari qualche indicazione del tipo Coop. Floriana Coop. Don Bosco Coop Domus Rossa ecc.ecc. senza indicare nemmeno il numero civico che la sig.ra Portalettere la recapitava normalmente. Allo stato con postini diversi sono oltre 5 mesi che stranamente non ricevo e come me altri cittadini nessun tipo di corrispondenza. Ho rischiato il taglio del gas e della corrente elettrica per mancato pagamento rimediando con la registrazione a riceverla telematicamente via email.Egregio Direttore mi chiedo perché avrei dovuto passare per uno che non paga le bollette quando le ho sempre pagate in anticipo?? Ho segnalato il disservizio anche alle società gae e luce evidenziando che loro come grandi utenti devono provvedere a protestare presso l’AGC (Autorità per le garanzie nelle comunicazioni) che è un’Autorità amministrativa indipendente italiana di regolazione e garanzia, con sede principale a Napoli e sede secondaria operativa a Roma nonchè e le associazioni dei consumatori.
    Ad oggi il disservizio non è stato eliminato, ancora non ricevo e ….. a sentir dire anche altre zone di Piedimonte non ricevono corrispondenza.
    Nel salutarla cordialmente mi chiedo ma a cosa serve il servizio postale?? Cosa ci stanno a fare????

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: