FALCIANO DEL MASSICO, LA SCUOLA DELLA DISCORDIA E SCOPPIA LA  POLEMICA POLITICA   

Mario Zannone|Falciano del Massico. “Notizie false e pretestuose”: queste le affermazioni che arrivano dalla casa comunale riportate dai social. “Sciacalli politici chi strumentalizza la questione della scuola per scopi politici”. Queste,  in sintesi, le dichiarazioni ufficiali. L’allarme rosso, come riportato da Casertasera.it, inerente il rischio di chiusura del corso della scuola media è confermato dai dati riportati in merito alle iscrizioni. Se nell’anno scolastico 2020\21sono previste 17 iscrizioni alla prima media, in tre anni, qualora il trend risultasse lo stesso, gli alunni sarebbero in tutto 51 per le tre sezioni, se non di meno. Con questi numeri, considerato il dimensionamento annuale che le autorità scolastiche -provinciale e regionale-operano sul territorio, la scuola media falcianese potrebbe essere chiusa e assorbita dall’istituto centrale di Carinola. Il numero esiguo di iscritti va imputato essenzialmente al calo delle nascite e a quello demografico. Nascono meno bambini e il paese si spopola anche per motivi occupazionali. Altra causa sono le iscrizioni ad altri istituti come presso le Suore di Carinola, fortunatamente per Falciano, in fase di chiusura. Negli anni passati numerosi sono stati i ragazzi falcianesi frequentanti quella realtà scolastica. Rimangono alcune osservazioni giornalistiche. Ogni istituto scolastico fa opera di convincimento, con l’orientamento in entrata, affinchè gli alunni s’ iscrivano presso le proprie sezioni. Non c’è l’obbligo della residenzialità, e le famiglie scelgono in base alla convenienza e all’offerta formativa. La scuola falcianese poteva attrarre, negli anni,  gli alunni del comprensorio carinolese come accaduto per quelli locali. Non vi è stata volontà di valutare  siffatta strategia di crescita da parte della dirigenza per ovvi motivi. Se aumentano a Falciano calano a Carinola. Ognuno si tiene i suoi e se i falcianesi vanno a Carinola meglio ancora, hanno ragionato di là. Il problema, però, andrebbe comunque affrontato  nella sua complessità – calo demografico, scarsa attrazione formativa e logistica etc-  e investe diverse istituzioni a cominciare da quella politica ed amministrativa. Esiste, ad esempio,  un disagio infrastrutturale che non aiuta a far decollare il discorso di attrazione della scuola falcianese. La politica deve individuare soluzioni non sentirsi sotto accusa e agitare spettri recenti e passati. Non serve alla comprensione del problema metterla in rissa. Tra l’altro chi evoca spettri andasse dalla magistratura a denunciare anomalie, mazzette e sperperi sull’opera pubblica oggetto della polemica.

About Lorenzo Applauso (2037 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: