DISABILI SENZA ASSEGNI, STASERA L’ASSEMBLEA AD ALIFE .PRESENTE IL SINDACO DI PIEDIMONTE DI LORENZO

Piedimonte Matese. Ancora nulla di fatto per le cinquanta famiglie con persone gravemente disabili dell’ambito sociale C4 che attendono da circa un anno l’erogazione degli assegni di cura previsti dal Fondo Nazionale per la non autosufficienza stanziati dalla Regione Campania. Un blocco di tutte le erogazioni che il Comune di Piedimonte Matese, capofila dell’ambito sociale C4 e in dissesto finanziario dal mese di gennaio 2019, ha rimandato alle competenze esclusive dell’Organo Straordinario di Liquidazione nominato con decreto Presidenziale nel marzo del 2019. Continui solleciti caduti nel vuoto per vedersi riconosciuto un diritto sacrosanto, un diritto negato che queste famiglie attendono da circa un anno. Con il decreto Regionale di riparto numero   del 7 maggio 2018, all’ambito C4 spettavano 391 mila e 678 euro destinati alle famiglie con disabili gravi e gravissimi, con tanto di decreto di liquidazione datato 17 maggio 2018 e saldo finale datato 27 novembre 2018. Fondi bloccati dal dissesto finanziario dichiarato dal Comune di Piedimonte Matese.

La FISH, Federazione Italiana per il Superamento dell’Handicap, rappresentata da Daniele Romano, che sta seguendo questa situazione sin dall’inizio, insieme all’Associazione Umanità Nuova promuovono per oggi, mercoledì 5 gennaio, alle ore 19.00, presso la sede dell’ANIEP (Associazione Nazionale per la promozione e la difesa dei diritti delle persone disabili) di Alife in Via Napoli,  un’assemblea pubblica con le famiglie dei beneficiari di cura e non solo per parlare della questione assegni.

“Da gennaio ad oggi abbiamo più volte sollecitato l’Amministrazione Comunale di Piedimonte Matese nel procedere nell’erogazione del contributo a favore delle persone con disabilità beneficiarie. Il Sindaco ha sempre ribadito che il Comune non può procedere al pagamento degli assegni di cura perchè è in dissesto economico e se procedesse con il pagamento causerebbe un danno erariale all’Ente”. “Ci siamo rivolti anche alla Regione Campania, che si è fatta promotrice di due incontri, nell’aprile e nel giugno 2019, ma ad oggi la situazione non è cambiata” – queste le dichiarazioni di Daniele Romano della FISH – “facciamo appello a tutti i sindaci dell’ambito C4 chiedendo se nel bilanciamento dei diritti delle persone con disabilità, devono prevalere i debiti di un comune”. Il sindaco di Piedimonte chiarisce la sua posizione:

“Sono stato venerdì e lunedì al Ministero e ieri in Prefettura a pretendere una accelerazione. Nonostante ciò che si dice – spiega   Di Lorenzo – abbiamo versato 1 milione di euro alla Osl. La Osl sa da un anno e si sta dando da fare in autonomia e non possiamo influenzarli. Stasera andrò all’assemblea a chiarire”. Sarà presente anche il coordinatore della Lega Gianmarco della Paolera (nella foto) che è intenzionato, qualora la situazione non giungesse ad una soluzione, a denunciare  il tutto agli organi competenti perché non ritiene piu’ accettabile questo ritardo”.

About Redazione (9271 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: