TRASPORTI CAMPANIA:  PIU’ VELOCE LA NAPOLI – PIEDIMONTE MATESE E LA BENEVENTO-CANCELLO

 

GIOVANNI CARACCIOLO|Piedimonte Matese/Benevento/ Napoli. Con nota del 4 febbraio 2020 l’Ente Autonomo Volturno in qualità di Gestore dell’infrastruttura ferroviaria ha variato a 70 Km orari la velocità massima di percorrenza delle linee Santa Maria Capua Vetere-Piedimonte Matese e Cancello-Benevento.Grazie a questo provvedimento i treni dell’Alifana e della Valle Caudina potranno viaggiare a 70 Km/h sulle loro tratte sociali ma, allo stato, solo per recuperare eventuali ritardi e non creare problemi ai treni che viaggiano delle Ferrovie dello Stato che adoperano le infrastrutture di Rete Ferroviaria Italiana. Resta la velocità di marcia fissata a 50 Km/h in condizioni normali. Il provvedimento di limitare la velocità a 50 Km/h è stato emanato dopo il tragico incidente del 12 luglio 2016 sulla Ferrovia Bari-Barletta per le linee ferroviarie sprovviste di sistemi di sicurezza tipo SCMT (Sistema Controllo Marcia Treno). Delle boe situate al centro del binario dialogano con i sistemi di sicurezza e col treno arrestandolo in caso problemi, di superamento della velocità stabilita in quel tratto o di itinerario ancora non disposto ad accoglierlo (gli scambi devono essere disposti correttamente ed i segnali devono dare via libera alla marcia). Svolge anche la funzione di “Uomo Morto” in caso di malore del macchinista arrestando il convoglio immediatamente. Le automotrici e le elettromotrici rispettivamente dell’Alifana e della Valle Caudina sono dotate del Sistema Controllo Marcia Treno che utilizzano sulla Rete Ferroviaria Italiana dove possono raggiungere la velocità massima (130 per le Automotrici della Piedimonte-Napoli e 160 per i nuovi elettrotreni della Benevento-Napoli). Frecciarossa ed Italo, invece, hanno un sistema di sicurezza diverso estremamente avanzato e sofisticato adoperato in tutta Europa, l’ ERTMS/ETCS. L’ EAV prevede di installare a breve l’SCMT anche sulle tratte sociali consentendo maggiori sicurezza e velocità.Sono stati i Pendolari, i Macchinisti ed i Sindacati delle due linee a volere fortemente l’aumento della velocità sulle tratte sociali per migliorare i tempi ed evitare danni agli organi motori dei rotabili costretti ad una marcia irregolare con innaturali accelerazioni e decelerazioni fastidiosissime anche per i viaggiatori. Già si sta pensando ad una rimodulazione degli orari se l’esperienza sarà positiva.Il mese scorso, inoltre,  le due relativamente più moderne automotrici dell’Alifana, le ALN 663 FIAT, costruite a Savigliano nel 1993, sono state inviate in revisione generale da una Ditta specializzata di Cancello Arnone per la ristrutturazione degli arredi, la verniciatura e l’installazione di motori e carrelli nuovi. Dovrebbero rientrare a Piedimonte Matese tra un anno circa.

 

About Redazione (12730 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: