CORONAVIRUS, PIEDIMONTE MATESE, IL PERCHÉ DI UN CONTAGIO NASCOSTO

Emiddio Bianchi. Piedimonte Matese. Potrebbe capitare a tutti di essere contagiati dal Coronavirus. Non si deve vergognare un contagiato, né essere additato come un appestato dai suoi concittadini. Sono stati contagiati centinaia di medici, infermieri, uomini della protezione civile, personaggi famosi della politica, della cultura, dello sport (Dybala, Maldini, Gabbiadini, Zingaretti….). Mica si sono vergognati e oltretutto, perché si sarebbero dovuti vergognare, se lo scopo era quello salvaguardare la salute pubblica? Sono state solo persone responsabili e vanno apprezzate per questo. La stessa Merkel ha annunciato di essere in quarantena. Mi chiedo allora per quale motivo centinaia di piedimontesi si debbano preoccupare (speriamo a vuoto) di essere stati a contatto con questo o quello dopo aver saputo dopo ben DODICI GIORNI che un loro concittadino è risultato positivo al Coronavirus? Perché, si chiedono, questo colpevole ritardo nella comunicazione della positività? Se, come tutti auspicano, sono state adottate tutte le cautele del caso, perché nasconderlo da quel lontano 11 di marzo? È questo che a quasi tutta la cittadinanza non quadra, soprattutto ai tantissimi che continuano a tempestare di telefonate la redazione di casertasera.it per conoscere chi è il secondo positivo della nostra città, mentre il primo lo conoscono tutti e nessuno lo ha additato come una persona da evitare in futuro. Lo ribadisco a nome del giornale: noi non siamo a conoscenza del secondo positivo e se anche lo conoscessimo non starebbe a noi comunicarlo. Tutti sanno a chi rivolgersi per questo, a meno che la stessa persona che ha vissuto un dramma umano comprensibilissimo non lo comunichi personalmente. Auguri di pronta guarigione a lui e continuiamo a RESTARE A CASA.

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3410 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

1 Comment on CORONAVIRUS, PIEDIMONTE MATESE, IL PERCHÉ DI UN CONTAGIO NASCOSTO

  1. Sono anna e sono incazzata nera perche la moglie del secondo caso ha continuato a lavorare in un negozio fino a due giorni fa e sicuramente sono entrate molte persone per me in questi casi non può esistere la privacy .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: