CORONAVIRUS, COSA NON SI FA PER SALTARE LA FILA ALLA POSTA: “MIA MAMMA È POSITIVA”: DENUNCIATA PER PROCURATO ALLARME

Redazione. Una 57enne a cui non andava bene di fare una fila ancora più lunga di quella che si fa generalmente all’ufficio postale, ha adottato uno stratagemma che se da un lato le ha fatto risparmiare tempo, dall’altro le è costato una denuncia per procurato allarme. È successo che mentre tutti erano in fila a distanza di sicurezza, alla donna è passato per la testa di gridare che sua madre era positiva al Coronavirus. Apriti cielo…. Fuggi fuggi generale, con qualcuno che però ha pensato bene di avvisare i vigili urbani che in breve tempo hanno rintracciato la donna, accertandosi anche che la donna si era inventato tutto. La signora è stata denunciata penalmente per procurato allarme. È successo ad Acerra, in provincia di Napoli.

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3418 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: