A 43 ANNI DALLL’UCCISIONE, ALVIGNANO RICORDA IL CARABINIERE GIUSEPPE TERMINIELLO CADUTO INSIEME AL COMMILITONE TONINO GUBBIONI

Alvignano In occasione della ricorrenza della sua morte Alvignano ricorda  il carabiniere scelto Giuseppe Terminiello, assassinato a Moncalieri, in provincia di Torino 43 anni, fa insieme ad un commilitone.Il militare, nato ad Alvignano il 13 Febbraio 1940 da Terminiello Giovanni e Maria Macro, nel 1961, a 21 anni parti per il servizio militare nel Genio Pontiere di Pavia, Finito il servizio di leva fece domanda nei carabinieri ed entrò al battaglione scuola allievi di Alba (Co), dove dopo la scuola fu assegnato al nucleo radiomobile di Torino poi a Novara e in seguito alla caserma di Moncalieri, dove in un agguato in via Tiepolo, trovó purtroppo la morte. Due eroi che non vanno dimenticati, caduti mentre erano in servizio : troppo breve fu la loro vita. Alvignano, piccolo centro del casertano non dimentica.Il sindaco della cittadina, Angelo Marcucci ricorda la figura del giovane militare. “Una persona che è sempre nei nostri cuori e nella nostra mente. Esempio di un grande uomo delle istituzioni che ha dato la vita mentre compiva il suo dovere. Mai, dobbiamo dimenticare – dice il sindaco – persone come Giuseppe che ogni giorno sono in prima linea a difendere tutti noi. Purtroppo, quella notte, è stata fatale per la vita di Giuseppe e per il suo collega. Alvignano non ha mai dimenticato. Ancora oggi, una strada  della nostra cittadina porta il suo nome proprio a dimostrazione che figure importanti dello Stato, immolate per proteggere gli altri, vanno ricordate non solo da noi ma anche alle future generazione.(NELLA FOTO SOPRA UN MOMENTO DEL RICORDO DI GIUSEPPE TERMINIELLO DI ALCUNI ANNI FA).

 

 

About Redazione (9684 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: