COVID-19, A CASERTA, CASI TOTALI INVARIATI. AUMENTA IL NUMERO DEI GUARITI

*Giulio Libertore|I dati della curva epidemica, riferiti alla elaborazione della ASL Caserta alla data di oggi 5 maggio, ci riservano buone notizie:i casi totali rimangono invariati, in numero di 424, aumenta il numero dei guariti (281) rappresentati nella linea di colore verde, e diminuisce il numero degli attuali positivi (101)rappresentati nella linea di colore giallo. Aumenta quindi il divario fra le due curve, con la verde che sale e la gialla che scende, e questo è un dato fortemente positivo. Il numero totale dei decessi, in provincia di Caserta, è stabilmente fermo, già da parecchi giorni, al numero totale di 42. Assodato questo dato positivo, facciamo qualche considerazione sul rientro dei nostri corregionali dalle altre regioni, che aveva ingenerato più di qualche timore.

I  RIENTRI DA ALTRE REGIONI

Nella giornata di ieri, si sarebbe verificato il temuto esodo verso la Campania proveniente dalle regioni del centro-nord Italia.Sono stati pubblicati numerosi articoli, su varie riviste e siti, cartacei ed on line. Proviamo a mettere un po’ d’ordine, facendo riferimento, però, a dati ufficiali e, per questo motivo, decisamente più attendibili.Nella giornata di ieri, l’Unità di Crisi regionale per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19, ha diramato un comunicato, nel quale fa riferimento ad un totale di 19 viaggiatori positivi al test rapido sul coronavirus su 1706 passeggeri provenienti da fuori regione. La stessa unità di crisi fa menzione del numero di test praticati, nella misura di 320, e precisa che il numero di passeggeri con temperatura corporea pari o superiore a 37,5 gradi centigradi è stato di 15 unità. Precisa, infine, di aver praticato 3 tamponi, ritengo nasofaringei, a tre persone, con esito negativo, alla barriera autostradale di Napoli Nord.Partendo, quindi, da dati validati, si possono trarre conclusioni abbastanza attendibili.Il temuto esodo, successivo al primo allentamento delle misure di lockdown, in realtà sarebbe stato abbastanza limitato nei numeri, segno evidente di un rientro dovuto a necessità reali, piuttosto che a motivi di svago o di altro genere. Il tutto sarebbe avvenuto in maniera abbastanza disciplinata, con un controllo adeguato da parte delle istituzioni, sanitarie e non.Tornando ai numeri, che sono il miglior metodo di commento per un’analisi che voglia avere presupposti scientifici, c’è da precisare che il totale di 19 positivi su 320 test rapidi rappresenta una percentuale di qualche frazione superiore al 6 %, quindi un numero statisticamente ridotto sul totale. La negatività dei tamponi nasofaringei e l’isolamento domiciliare previsto per tutti, in particolare per i positivi e per i viaggiatori che presentavano temperatura febbrile, ci consente di essere abbastanza tranquilli, anche in relazione alla tracciabilità di eventuali casi che dovessero avere necessità di ulteriori controlli.In conclusione, conviene continuare a mantenere alta l’attenzione, continuare a mantenere le misure di distanziamento da parte dei cittadini e le misure di controllo da parte delle autorità ma senza cadere in manifestazioni di isteria e panico non giustificati.

 

About Redazione (9693 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: