RISTORANTI, GIOVEDI 21 MAGGIO LA RIAPERTURA CON MISURE BEN PRECISE PER DARE SICUREZZA AL CLIENTE

Segnali positivi arrivano dai numeri dei contagi del covid-19 che diminuiscono e di conseguenza dal Governo perché ci si avvia verso una “normalità” e  il commercio comincia a muovere  i primi passi.  Sospiro di sollievo dunque anche per i ristoratori che apriranno fra cinque giorni ma devono fare i conti con la paura dei clienti. Saranno tanti o pochi quelli che andranno a mangiare? Certo, ci si augura che siano in tanti per l’economia di questo settore che è in ginocchio. Del resto come tanti altri settori. Ma voi pensate alle misure restrittive che impongono, ad esempio, ad un ristorante nel ridurre drasticamente il numero dei tavoli, quali saranno i danni? Poi, il cliente che per entrare deve essere necessariamente legato all’orario della prenotazione, in genere su due fasce.

“E’ importante la sicurezza che noi abbiamo voluto rispettare piu’ del dovuto-ha detto lo chef del Boccon divino” di Dragoni, Raffaele Romano – . Noi abbiamo fatto di tutto, andando, ripeto, anche oltre le distanze previste, pur perdendo tavoli ma vogliamo distinguerci innanzitutto per la sicurezza che offriremo al cliente. Ora, speriamo che anche loro ci daranno una mano rispettando gli orari di prenotazione”.

Gli fa eco Pasqualino Rossi della pizzeria Elite di Alvignano con il suo consueto ottimismo. “Tavoli ad oltre due metri- ha detto- e sicurezza per i clienti innanzitutto. Chi viene da noi deve sentirsi prima di tutto sicuro poi, viene il resto. Abbiamo anche fatto un video per informare i nostri clienti sulla nostra organizzazione. Giovedi partiremo”.Intanto, quando riapriranno esattamente i ristoranti? Lo spiega  il governatore della Campania De Luca che i ristoratori, potrebbero trovarselo nei locali con il metro in mano per controllare le distanze come ha ironicamente immaginato il nostro disegnatore Giovanni Di Tommaso, nella vignetta che vi proponiamo.

“E’ giusto –ha dichiarato Vincenzo De Luca – che sia necessario aprire tutto giovedì 21 maggio e non lunedì 18, perché lunedì non ci sarà neanche il tempo per fare la sanificazione dei locali, per prepararsi per misure più aperte che la Regione vuole adottare. Se dovessimo aprire lunedì con le attuali Linee guida il 70% dei ristoranti non aprirebbe. La Regione vuole aprire il 90% ristoranti, aprire tutto, ma per arrivare a questo risultato dobbiamo approvare misure diverse come Regione che siano meno restrittive. Vogliamo puntare ad avere una distanza di un metro tra i clienti, ma per averlo, stiamo elaborando un protocollo di sicurezza che prevede la collocazione di pannelli protettivi tra un tavolo e l’altro, di plexiglass, di vetro o di plastica lavabile, l’importante è che non sia materiale poroso”.

 

About Lorenzo Applauso (2125 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: