VIDEO|AL TEMPO DEL COVID:LA STORIA DI VALERIO, UN CASERTANO A BUDAPEST GUARDATO CON TIMORE PERCHE’ ITALIANO E POSSIBILE CONTAGIATO, MA LUI E’ SANO COME UN PESCE

Lorenzo Applauso|S. Prisco (Ce)/Budapest. Succede anche questo, nella civile Ungheria al tempo del covid. Razzismo? No. Paura di contagio? Certamente si. Il coronavirus ha condizionato il mondo e anche l’affascinante Budapest, la città tagliata in due dal Danubio e i magiari che normalmente sono persone ospitali.    Protagonista e vittima, di questa storia: Valerio Vardaro, 30 anni, casertano, originario di San Prisco. Un ragazzo dalla faccia pulita, un’ottima famiglia alle spalle, perbene e  coraggioso quanto basta. Tanto,  che lascia gli amici e la famiglia e decide di cercare fortuna in Ungheria, nella bella e tanto sognata Budapest ancora sonnolenta e deserta come potete  vedere nelle immagini girate poche ore fa che vi stiamo proponendo. (Guarda il video).

 

About Lorenzo Applauso (1967 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: