RIARDO, IL PRESIDENTE DELL’ASSOCIAZIONE ALTO CASERTANO SPIEGA I DISAGI DELLA CULTURA PER IL COVID E PARLA DEI PROGRAMMI FUTURI

Alessandro Bonafiglia|Riardo. Il covid ha davvero condizionato tutto e tutti compreso i numerosi eventi culturali, che certamente non sono un genere di prima necessità ma la cultura è fondamentale nella vita di tutti noi. Il dott. Antonio De Pandis, figlio del compianto avvocato Federico, scomparso, nonchè presidente dell’Associazione socio-culturale Alto Casertano è fra i primi a lamentarsi del disagio: “La situazione Covid-19, non ha consentito  vari eventi organizzati dall’associazione stessa  ma è stato possibile solo  continuare a distanza, attraverso i social. Tra qualche giorno, partirà un corso online a numero chiuso. Un    impegno civico e sociale per dare una forma di arricchimento culturale e normativo per quanti volessero avere questa opportunità. Per questo evento, l’associazione, ha avuto il patrocinio non solo del comune di Caserta ma anche di Confimprese, dell’AREC, del comune di Riardo e della Cisl provinciale. Entro la fine del mese di luglio, saranno poi consegnati gli attestati di partecipazione, attraverso una cerimonia che avrà luogo a Riardo, dove è appunto collocata la sede dell’associazione. Inoltre, -spiega ancora De Pandis – l’Associazione ha in cantiere altri progetti che verranno annunciati appena possibile. Recentemente è stato consegnato da parte dell’associazione il premio legalità con la pergamena, alla senatrice Liliana Segre, chiaramente senza una cerimonia ufficiale a causa del Coronavirus”.

 

About Redazione (8945 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: