PIEDIMONTE MATESE, BOTTE DA ORBI, SQUADRE DI GIOVANI SI AFFRONTANO PRIMA AL BAR E POI AL PRONTO SOCCORSO, CONTUSI ANCHE GLI INFERMIERI INTERVENUTI PER SEDARE LA RISSA

Redazione. Piedimonte Matese. Una notte da incubo quella appena trascorsa, con  protagonisti giovani di Alvignano e Piedimonte Matese che se le sono date di santa ragione prima davanti a un bar di piazza Roma e poi all’interno del pronto soccorso dell’ospedale. Il tutto intorno alle due, in barba ai divieti non rispettati, alla movida e a bottiglie di birra usate prima per bere e poi per lanciare addosso agli avversari. Al pronto soccorso si sono dapprima presentati una decina di ragazzi di Alvignano, di entrambi i sessi, seguiti poco dopo da altrettanti piedimontesi. È successo il finimondo, senza ovviamente una guardia giurata sempre attesa e mai giunta in ospedale. Operatori sanitari coinvolti in prima persona, con un paio di infermieri refertati, nel tentativo di mettere pace tra i più esagitati. Bottiglie di birra rotte persino in pronto soccorso. Botte da orbi, mentre un’ambulanza con un paziente a bordo è costretta al di fuori dell’ospedale, non potendo entrare in pronto soccorso. L’intervento dei carabinieri mitiga solo in parte i più violenti, perché anche al cospetto delle forze dell’ordine qualcuno di loro continua nel parapiglia. Uno di loro viene addirittura ammanettato fino a indurlo a più miti consigli, prima di essere liberato. Una decina i referti stilati alla fine della contesa. Nessuna giustificazione per tutti i protagonisti della incredibile vicenda, a cominciare da chi ha consentito, in barba alle restrizioni, che gruppi di teppisti  potessero mettere a ferro e fuoco il pronto soccorso dell’ospedale, dopo essersi esibiti davanti a un bar del centro. Dopo la folle notte di Piedimonte si resta in attesa dei provvedimenti dei carabinieri e che finalmente l’ospedale sia dotato di un presidio di Guardia.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3918 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

2 Comments on PIEDIMONTE MATESE, BOTTE DA ORBI, SQUADRE DI GIOVANI SI AFFRONTANO PRIMA AL BAR E POI AL PRONTO SOCCORSO, CONTUSI ANCHE GLI INFERMIERI INTERVENUTI PER SEDARE LA RISSA

  1. Marcellino DIANA // 13 Giugno 2020 a 9:19 // Rispondi

    Non penso ci debbano essere provvedimenti dei carabinieri per dotare l’ospedale di un presidio di Guardia, Gli stessi non sono “chiamati” a provvedimenti del genere, il compito è di ALTRI!!!!!

  2. Una guardia giurata non avrebbe risolto assolutamente nulla. Questi esagitati hanno anche malmenato alcuni infermieri, né si sono fermati all’arrivo delle forze dell’ordine.
    Sono episodi che si ripetono troppo spesso e che vedono coinvolti sempre gli stessi posti con le stesse dinamiche.
    I bar hanno rispettato l’orario di chiusura? Le telecamere situate all’altezza della casa comunale hanno ripreso la scena?
    Questo perché pochi giorni fa davanti al municipio, al comando di polizia municipale e lungo l’adiacente marciapiede, era un mare di bottiglie di birra seminate. Tutto proprio sotto l’occhio delle telecamere. E’ mai possibile che non si individuino mai i responsabili che vanno sanzionati a norma di legge?
    E anche quando vengono identificati, come al pronto soccorso, vengono sanzionati o finisce tutto con una pacca sulla spalla?

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: