PARCO DEL MATESE, DOPO IL LOCKDOWN IL PRESIDENTE GIRFATTI FA IL BILANCIO DELLE ATTIVITA’

Fortuna Natale – San Potito Sannitico| Si è tenuta questa mattina, presso la sede del Parco Regionale del Matese a San Potito Sannitico, la conferenza stampa voluta dal presidente Vincenzo Girfatti a circa tre mesi di lockdown imposto dalle restrizioni da Coronavirus. Un incontro con la stampa per fare un bilancio su questi due anni intensi di mandato, per fare il punto sulla situazione attuale e per fare una proiezione di quello che sarà da qui a breve il futuro del parco per la sua imminente trasformazione da Parco Regionale del Matese in Parco Nazionale. L’ Avv. Girfatti,  nel presentare il bilancio di questi due anni di mandato alla carica di presidente del Parco Regionale del Matese, che lo ha visto protagonista in un momento così delicato come questo di transizione, ha sottolineato più volte le difficoltà incontrate nell’aver ereditato un ente parco privo di qualsiasi legame con le associazioni del territorio e dunque i primi passi sono stati tutti rivolti inizialmente a ristabilire un rapporto diretto e di fattiva collaborazione con le associazioni che sono state anch’esse coinvolte attivamente nella promozione, valorizzazione e salvaguardia del parco. <<In questi due anni>> – ribadisce Girfatti – <<si è lavorato molto anche per consapevolizzare il territorio su quello che sarà la reale trasformazione dell’Ente Regionale in Parco Nazionale del Matese>>. Oltre quaranta le iniziative sul Parco Nazionale, realizzate con l’aiuto della consulta; diversi gli incontri via Skype con i comuni del Parco volti a stimolare sindaci ed amministratori  a prendere consapevolezza delle proprie risorse, a promuovere iniziative volte principalmente allo sviluppo del territorio Parco Nazionale che entro il 2021 sarà operante a tutti gli effetti. Si è discusso anche della necessità di rendere le città di Alife, posta alle pendici sud-occidentali del massiccio del Matese che ha costituito nell’antichità un importante nodo di raccordo tra la Campania Settentrionale ed il Sannio interno, nodo centrale nel nuovo assetto del parco nazionale, così come pure la città di Piedimonte Matese che vanno dunque riqualificate come città che identificano un territorio. << Due anni di grande lavoro di squadra>> – queste le parole del presidente Girfatti, che soddisfatto commenta le immagini delle diapositive che scorrono alle sue spalle– <<immagini che testimoniano due anni di impegno nei quali siamo riusciti ad aprire il Parco Regionale del Matese al mondo, presenti a Berlino ad una delle più importanti fiere internazionali del turismo dove siamo riusciti a far vedere al mondo intero immagini inedite del nostro meraviglioso territorio, presenti a Milano, grazie all’Assessore Regionale del Lavoro e delle Risorse Umane della Campania Sonia Palmeri, dove, nello spazio Campania, abbiamo fatto conoscere e degustare le prelibatezze e le eccellenze del parco Regionale del Matese>>.

Il futuro prevede “una fattiva collaborazione tra i vari Enti presenti nell’area del Parco del Matese per mettere in campo una vera amministrazione condivisa ed alimentata da “buone pratiche” che diverranno esempio e stimolo per questo territorio”. Diverse le proposte di progetti che saranno a breve presentate in conferenza stampa, come quella di un’area di parcheggio per chi arriva al lago del Matese, grazie alla disponibilità e alla collaborazione dell’Ordine degli Architetti di Caserta e di Benevento, la proposta di trasformare Miralago in un centro di accoglienza per turisti, un vero “ front-office” con la riqualificazione di tutta l’area e l’istallazione di un cannocchiale per poter ammirare il lago e la fauna del luogo, la nascita di un Museo del Parco del Matese aperto tutto l’anno nel comune di San Potito Sannitico, la realizzazione di un Abecedario del Parco Nazionale del Matese, semplice, chiaro e fruibile da tutti che verrà presentato a settembre e realizzato grazie alla collaborazione del Collegio dei Geometri di Caserta e di Benevento, dell’Università del Sannio di Benevento e dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli, la realizzazione di una piattaforma per la prenotazione gratuita attraverso la quale sarà possibile conoscere tutti i luoghi del parco visitabili e sapere in tempo reale la disponibilità di accesso, ma soprattutto promuovere luoghi non ancora conosciuti al pubblico come la “ Piana delle Pesche” di Gioia Sannitica. In questi mesi, inoltre si è lavorato molto per la realizzazione di un censimento dei beni archeologici del territorio, presentati progetti per la realizzazione di percorsi enogastronomici legati ai castelli del territorio per lo sviluppo di un turismo di qualità, per valorizzare sia la storia dei luoghi, ma anche la riscoperta di antichi sapori. E ancora è stata data un’attenzione particolare al brand “MATESE” con la realizzazione di felpe per la sponsorizzazione del  Parco, la realizzazione di un concorso per la premiazione degli “Amici del Matese” e  l’individuazione di testimonial d’eccezione del Parco come l’attrice Christiane Filangieri di Candida Gonzaga, figlia di Antonio Filangieri, esploratore e filantropo di San Potito Sannitico che fu uno dei primi  promotori e assertori della costituzione del Parco Nazionale del Matese e  Sissy Filangieri de Candida Gonzaga, il regista Eddy De Angelis, il maestro Franco Pepe, l’attore Marco D’amore.

 

About Fortuna Natale (26 Articles)
Fortuna Natale, corrispondente pagina della cultura

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: