PIEDIMONTE MATESE :MOVIDA IN CITTA’, IL SINDACO CAMBIA L’ORARIO MA CHIARISCE LE REGOLE: ”DOPO UN MESE TIREREMO LE SOMME”

Piedimonte Matese. Il sindaco torna indietro sulla prima ordinanza di chiusura a mezzanotte, viene incontro agli esercenti con i quali però fa un patto di ferro nel rispetto delle regole. “Negli ultimi giorni – si legge in una nota del primo cittadino –  dopo il lockdown Piedimonte è stata devastata da comportamenti irresponsabili, risse, abbandono notturno di rifiuti a cui si è associata una frequenza assidua di persone con precedenti penali che vanno dallo spaccio al reato contro il patrimonio. Al solo fine di evitare l’applicazione dell’art. 100 del TULPS avverso esercenti locali, il sottoscritto si è immolato per evitare provvedimenti più drastici e ieri sera ha incassato il “grazie” dei titolari, che ripaga dalle offese gratuite di tantissimi. Stamane ho cercato ogni soluzione possibile; Gli esercenti interessati hanno assicurato :  Pulizia delle Aree esterne , Telecamere rivolte sui clienti e gli spazi in concessione , Fare uscire in giro meno vetro possibile  Sicurezza Privata dalle 24 alle 02.00.

Ci sono 3 obiettivi imprescindibili : rispetto della Città e della sua tranquillità, rispetto delle Forze dell’ Ordine e rispetto delle regole. La nuova ordinanza che modificherà la precedente responsabilizza quindi gli esercenti che dovranno garantire dalle ore 24 alle ore 02.00 un Servizio di Vigilanza privato a tutela dei nottambuli che però non necessariamente devono essere infastiditi o assordati da musica eccessiva. La musica “alta” resta vietata dopo le 24 ad eccezione di una diffusione con decibel compatibili con bambini perché la piazza non è una discoteca. Potranno fare eccezioni singoli eventi autorizzati e pubblicizzati. Gli esercenti, si sono resi inoltre disponibili quindi, a garantire una videoregistrazione interna ed esterna. Il periodo di sperimentazione resta di 30 giorni e la richiesta di tutti e dell’Ente ai ragazzi è di preservare la Città, la piazza e i vostri locali da applicazioni di sanzioni restringenti che penalizzerebbero tutti. Da Sindaco chiedo rispetto per i Vigili Urbani anche nei commenti su facebook e da cittadino il rispetto per le Forze dell’Ordine e per i beni comuni. Questi 30 giorni serviranno a capire se si potrà andare avanti così oppure se il salotto di Piedimonte dovrà essere precluso alla movida notturna. Il mio parere è che si debba continuare a vivere la Città fino a notte. Ma le necessità sono note agli esercenti che si sono dichiarati disponibili a raccogliere i vetri abbandonati nei pressi del proprio locale. Sono fiducioso che il segnale sia stato recepito. Tra l’altro mi sono esposto a tutela degli esercenti, consapevole dei rischi dettati dall’art. 100. Richiamo quindi tutti al rispetto su citato e con orgoglio e piacere ringrazio taluni esercenti e Cittadini per le scuse per le offese gratuite”

About Redazione (8523 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: