“LA BRUCELLOSI E’ UN PROBLEMA ANTROPOLOGICO PRIMA CHE SANITARIO. L’ESPONENTE DI FORZA ITALIA NON CONOSCE IL PROBLEMA”

 Riceviamo e volentieri pubblichiamo, una precisazione o meglio il punto di vista tecnico del dr Alessandro Scorciarini Coppola, dottore in Scienze della Produzione Animale di Caserta in risposta ad un comunicato stampa (https://casertasera.it/2020/07/04/brucellosi-spesso-gli-animali-abbattuti-non-sono-infetti-grimaldi-bisogna-consentire-le-controanalisi/) da noi pubblicato sul problema Brucellosi.

————————————————

 Grazie caro Applauso ma ero conscio si trattasse di un comunicato stampa. Mi occupo della brucellosi bufalina e non solo da oltre 25 anni. La mia posizione nel merito è da sempre del tutto opposta a quella comune e dovrebbe essere nota ma, se non bastasse, ci sono diverse cose mie in rete. In sintesi, posso dire che, per quello che afferma, l’esponente di Forza Italia, come molti altri e pur con tutto il sincero slancio che manifesta, dimostra di non conoscere né il problema, né il settore e le persone che lo compongono. La brucellosi bufalina, infatti, prima di essere un problema sanitario, è un problema antropologico difficile da sradicare ed eliminare dalle teste di chi quegli animali crede di allevarli. Uno degli errori, risiede proprio in ciò che l’esponente politico denuncia e che fa parte dello scellerato Piano Regionale di eradicazione che ha previsto l’utilizzo di un vaccino. Grazie ancora e a disposizione per qualsiasi chiarimento

Cordialmente

Alessandro Scorciarini Coppola Dottore in Scienze della Produzione Animale Caserta

Ecco il comunicato stampa:

BRUCELLOSI, SPESSO GLI ANIMALI ABBATTUTI NON SONO INFETTI. GRIMALDI: ”BISOGNA CONSENTIRE LE CONTROANALISI”

About Redazione (8507 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: