SAN GREGORIO MATESE, LA DOMENICA DI ROBERTO BOIANO, UNA VOLTA IN MONTAGNA UN’ALTRA AL MARE (OVVIAMENTE DI CORSA)

Emiddio Bianchi. San Gregorio Matese. Anche per Roberto Boiano, l’ultramaratoneta di San Gregorio Matese, c’è il problema della scelta tra il mare o la montagna, soprattutto dopo la sosta forzata per colpa del Coronavirus. Domenica scorsa si è sgranchito le gambe sui saliscendi che portano al santuario di Castelpetroso, in Molise. Poco meno di 60 chilometri da San Gregorio, una preghiera alla Madonna e poi il ritorno a casa, “fortunatamente con un passaggio che mi ha dato una donna”. Oggi, invece, chi è andato al mare lo ha superato mentre si sciroppava i 75 chilometri che separano il suo paese dal litorale domizio.  “Sono partito da San Gregorio verso le cinque. Ho fatto la strada normale, passando per Piedimonte, Pietravairano, Teano e Sessa Aurunca. A mezzogiorno sono giunto a Scauri, ho fatto il bagno e adesso sto aspettando il pulmann per tornare a casa. È stato un buon allenamento in vista delle ultramaratone che speriamo possano riprendere al più presto”. Per lui, abituato a fare centinaia di chilometri in giro per il mondo e che ha un record di 231 chilometri in poco più di trenta ore intorno al lago Balaton, è stato un buon allenamento. Prossima tappa un tantino più impegnativa fino a San Giovanni Rotondo…..

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3157 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: