LITORALE DOMIZIO, MUORE ANNEGATA A TREDICI ANNI, SALVATI DAI BAGNINI I SUOI FAMILIARI

Redazione. Dopo un paio di giorni di agonia si è conclusa tragicamente nell’ospedale Santobono di Napoli la vicenda della ragazzina che stava facendo il bagno sul litorale domizio, quando è stata travolta dalle onde. Sembra che in compagnia di cinque familiari, la tredicenne avesse deciso di avventurarsi in mare, molto distante dalla riva, in un tratto di spiaggia libera. Poi le prime difficoltà e le grida di aiuto che attirano l’attenzione del personale di un lido vicino che si precipita in loro aiuto con un pattino di salvataggio. Sono in troppi però e la barca si ribalta, ma nonostante ciò riescono tutti a mettersi in salvo. Uno dei bagnini scorge il corpicino della tredicenne che galleggia molto più distante ed in breve l’afferra e la riporta a riva. Le immediate manovre rianimatorie mantengono viva la speranza anche se la giovane non riprende mai conoscenza.  In condizioni disperate viene trasportata all’ospedale Santobono a Napoli, dove però cessa di vivere dopo alcuni giorni. Sul caso sono state avviate le indagini da parte della Capitaneria di Porto.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3165 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: