ALIFE, SCOPERTO A BRESCIA E PREMIATO UN INTONACO ECOSOSTENIBILE: UNA DELLE DUE RICERCATRICI E’ DI ALIFE. SI CHIAMA ANTONELLA CORNELIO

Alife/Brescia. Sapevate che c’è un ritrovato, un intonaco particolare (SUNSPACE) in grado di abbattere le concentrazioni di particolato atmosferico, ottenuto peraltro da sottoprodotti e scarti industriali, che ha recentemente vinto, a livello nazionale, l’Energy Globe Award? Ma la notizia non è tutta:  il team è composto da due ricercatrice  di cui una è una giovane ingegnere  di Alife. Si chiama Antonella Cornelio che insieme ad Alessandra Zanoletti, un ingegnere ambientale che  ha conseguito il dottorato (XXXI ciclo) in Ingegneria Meccanica e Industriale nel 2018 con una tesi riguardante un nuovo materiale poroso realizzato per intrappolare il particolato atmosferico (PM), ha portato avanti la ricerca.

Dicevamo della giovane professionista casertana, Antonella Cornelio  anche lei laureata in Ingegneria ambientale nel 2019 presso l’Università Federico II di Napoli con una tesi inerente alla valutazione della qualità dell’aria a scala urbana, mediante sistemi GIS e modelli di simulazione numerica, svolta presso Centro di Ricerca ENEA di Portici (Napoli). Attualmente è una dottoranda del corso Technology for Health (Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione), presso il Laboratorio di Chimica per le Tecnologie”.

Ora da Napoli si è trasferita a Brescia e fa parte del gruppo di ricerca Bontempi  del quale si è detta di essere molto orgogliosa. Il motivo di far parte di questo gruppo è dovuto anche la sua sensibilità verso i temi ambientali. “Minimizzare gli impatti ambientali, ridurre l’uso di risorse naturali non rinnovabili e migliorare la riciclabilità” è il suo obiettivo professionale che affronta ogni giorno con la passione che la contraddistingue. Svolge il suo lavoro con professionalità ma farlo perché spinta anche dalla passione per questa branca, diventa alla fine una marcia in piu’ per centrare obiettivi sempre piu’ ambiziosi nella sua giovane carriera. Decisamente un vanto per il Matese e la nostra provincia. Ragazzi straordinari, come altri, che lasciano la propria terra i loro affetti per amore della professione: per crescere sempre piu’. Un vero esempio per tanti giovani, quello di Antonella Cornelio che le istituzioni locali, sia pure non del settore, dovrebbero riconoscere e premiare. Chissà che il sindaco di Alife, sensibile verso i giovani non ci faccia un pensierino.

 

About Lorenzo Applauso (2041 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

2 Comments on ALIFE, SCOPERTO A BRESCIA E PREMIATO UN INTONACO ECOSOSTENIBILE: UNA DELLE DUE RICERCATRICI E’ DI ALIFE. SI CHIAMA ANTONELLA CORNELIO

  1. Salve, non capisco. Il team di ricerca che ha lavorato al progetto SunSpace è composto da 5 ricercatrici, la Cornelio sembrerebbe non ne faccia parte oppure ne fa parte marginalmente essendo arrivata al quel progetto tardivamente: https://www.unibs.it/notizie/premiato-l’intonaco-anti-inquinamento-del-laboratorio-di-chimica-le-tecnologie Sicuramente la A. Cornelio è in gamba ed ha dato il suo contributo scientifico al progetto SunSpace, ma è inaccettabile un articolo superficiale come questo che fa capire l’invenzione sia di solo 2 ricercatrici.

    • Teniamo a precisare, a completezza di quanto riportato nel nostro articolo, che il team di ricerca non è composto solo da dall’ing Zanoletti e ing. Cornelia ma da tutto il gruppo Bontempi. Ci scusiamo per questo.
      La stessa dott. ssa Cornelia è stata la prima a sottolineare che, con la sua tesi di dottorato, sta portando avanti lo sviluppo di questo materiale innovativo al fine di migliorarne le caratteristiche né ha mai affermato che è stata lei a scoprire la formula. Lei è arrivata dopo ed è giusto dare meriti, come voi rivendicate, a tutto il team Bontempi. Con questo non volevamo dare risalto solo a loro due. La nostra imprecisione nasce proprio dal nostro canale perché siamo stati fuorviati, leggendo anche un pezzo di un giornale scientifico molto serio il quale dava molto risalto agli ing. Zanoletti e Cornelia. Il link del 2018 che ci avete inviato però esclude la Cornelio dalla foto perché all’epoca non era ancora arrivata a far parte del team. Ce ne scusiamo ancora ma solitamente non siamo “superficiali” nei nostri articoli né mai, gli errori nascano dalla nostra malafede. Non ne avremmo interessi. Cordialmente .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: