CASERTA, PISTA CICLABILE USATA COME PARCHEGGIO. E’ POLEMICA

MELISSA ALEIDA|CASERTA. La pista ciclabile di Corso Giannone a Caserta è stata da poco ultimata, ma già piovono critiche sui difetti tecnici con cui è stata ideata e realizzata. In primis è stato fatto notare che la larghezza di quella che appare più una corsia ciclabile, che una pista ciclabile, è inadatta al passaggio di due biciclette in senso opposto, per cui si configura “a senso unico”. Inoltre, non essendo delimitata, agevola gli autisti a parcheggiare abusivamente su quella corsia e disincentiva il progetto “green” di utilizzare più biciclette e meno autovetture per contenere l’inquinamento.

Futura Caserta è stata tra i primi a segnalare il problema. A tal proposito Giuseppe Tescione, portavoce di Futura Caserta dichiara: ”Desta stupore il clamore con cui l’attuale amministrazione, a 4 anni dal proprio insediamento, declami il proprio successo per aver realizzato poche centinaia di metri di pista ciclabile che, com’era facilmente prevedibile, non sarà mai utilizzata atteso la mancanza assoluta di controlli da parte della amministrazione stessa. Il precedente noto era (perchè non è più) quello di Via Napoli. Anche quella mai utilizzata perchè abbandonata a se stessa, della quale, per di più, si è persa ogni traccia. Ma il vulnus vero che ha caratterizzato la gestione di questa città è la prevalenza del contingente sulla pianificazione dell’intero territorio. Così come si continuano a deliberare interventi edilizi a macchia di leopardo sulla città in luogo di un PUC che dovrebbe dare alla città una visione d’insieme, si preferisce accontentarsi di poche centinaia di metri di piste ciclabili a fronte di decine di chilometri di strisce blu, per le quali invece, la solerzia nei controlli è esemplare. Ora nonostante vi sia unanime consapevolezza della straordinaria opportunità per i ns centri urbani di incentivare una mobilità sostenibile, per varie ordini di ragioni, (salute, benessere collettivo, vivibilità, economica) Caserta continua ad essere una città dove l’unico mezzo di spostamento continua ad essere l’autovettura. A nulla sono valse le richieste di decine di associazioni che invocano da anni un piano di piste ciclabili che attraversi tutta la città e che contribuisca a rendere questa città più vivibile. L’auspicio di Futura è quello che la attuale amministrazione comprenda il valore aggiunto di una città sostenibile, si doti al più presto di un piano traffico che abbia un senso e di un piano parcheggi. In tale marasma una sola pista ciclabile senza un piano è solo una decorazione messa li per tentare di nascondere ciò che non si è fatto”.

 

About Redazione (8518 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: