DOMANI 9 AGOSTO PELLEGRINAGGIO A CASTELPETROSO PER RICORDARE SALVATORE MONTONE E LE VITTIME DEL COVID

CASTELLO MATESE E’ previsto per domani, 9 agosto  il tradizionale appuntamento per Castelpetroso, una sorta di memorial per ricordare Salvatore Montone con partenza da Castello Matese alle ore 9.00 per assistere poi alla S. Messa alle ore 12.00 nella basilica minore dell’Addolorata.  Un ragazzo che ci ha lasciati troppo presto ed in modo davvero inaspettato. La sua morte ha però lasciato un ricordo indelebile fra quanti lo hanno conosciuto e frequentato grazie anche al suo carattere mite e gioviale.

L’evento si ripete da nove anni  in passato si era pensato di farlo itinerante con l’occasione di abbinare la religiosità della partecipazione alla santa messa e anche il piacere di stare un giorno insieme con tutti gli amici che conoscevano Salvatore che era un dipendente ospedaliero molto noto a Piedimonte e Castello del Matese dove da sempre viveva . ”Negli anni passati siamo stati a piazza San Pietro a Roma- ricorda Luigi Fidanza, amico di Salvatore e uno degli animatori dell’iniziativa –  in occasione della proclamazione di papà Francesco poi a San Giovanni Rotondo in ricordo di padre e Pio ma anche  ad Assisi per San Francesco e alla Certosa di Padula.

Quest’anno le norme anticovid ci hanno impedito di andare lontano. Necessitavano di più giorni ma allo stesso modo abbiamo voluto ricordare Salvatore con la Santa messa che sarà celebrata domani alle 12.00. Con l’occasione, volevamo quest’anno dare un segnale attraverso  un moto pellegrinaggio che volesse anche essere un ringraziamento alla Madonna dell’Addolorata di Castelpetroso perché anche se   molti non lo hanno notato il 22 marzo 1888 il giorno dell’apparizione della Madonna, sulle montagne di Castelpetroso è coinciso con il giorno 22 marzo 2020  quando l’epidemia scendeva verso il sud si è fermata perché le norme di contenimento stavano dando i primi risultati. Anche per questo, ci è sembrato doveroso organizzare questo evento a Castelpetroso per ricordare le persone scomparse –conclude Fidanza – per l’epidemia in Italia e nel mondo e gli operatori sanitari che si sono prodigati ammalandosi a loro volta per assicurare assistenza soprattutto nei momenti più tristi quando tutto lasciava presagire che epidemia sarebbe scesa anche al sud “.

About Redazione (8562 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: