IL MINISTRO TERESA BELLANOVA CHIUDE IL TOUR CASERTANO A PIEIDMONTE MATESE

 Piedimonte Matese. Un tassello importante della progettualità da finanziare con le risorse economiche del Recovery fund – valore oltre 4 miliardi di euro – sarà quella espressa dai consorzi di bonifica ed irrigazione. Tanto è emerso nella serata di ieri, 7 settembre 2020, quando la ministra alle Politiche agricole Teresa Bellanova ha incontrato a Piedimonte Matese (Caserta) nella sede del Consorzio di bonifica del Sannio Alifano il presidente Alfonso Santagata, il direttore generale dell’Associazione Nazionale dei Consorzi per la Gestione e la Tutela del Territorio e delle Acque Irrigue (ANBI)  Massimo Gargano, il commissario del Consorzio generale per la bonifica del bacino inferiore del Volturno, Carlo Maisto.Il presidente del Consorzio, nel presentare i numeri dell’ente – un comprensorio di circa 195.000 ettari nelle province di Caserta, Benevento e Avellino ed impianti irrigui che servono circa 18.000 ettari  – ha ricordato come sia a portata di mano l’opportunità di ampliare e migliorare l’irrigazione con la costruzione della rete di adduzione a servizio della diga di Campolattaro sul fiume Tammaro.
E Santagata ha sottolineato l’esigenza di avere a disposizioni maggiori fondi non solo sul fronte degli investimenti, ma anche su quello della manutenzione straordinaria, sul quale con l’articolo 63 del decreto Semplificazioni si è fatto un primo importante passo avanti:“ Adesso che la strada è stata tracciata, si tratta solo di ampliarla e di percorrerla a tutta velocità grazie alle ingenti risorse che ben presto verranno messe a disposizione dell’Italia da parte dell’Unione Europea – ha sottolineato Santagata.
Sull’utilizzo del Recovery fund si è registrata un’ampia convergenza sull’esigenza espressa dai Consorzi di bonifica di finanziare progetti esecutivi per oltre 4 miliardi di euro, che realisticamente possono essere impegnati entro la fine del 2023, e sulla necessità, espressa dalla ministra di investire in un piano invasi che renda al contempo i territori più resilienti alla siccità ed agli eventi meteo estremi.

“Una risposta intelligente dal mondo dei Consorzi può venire anche sul versante di un sempre più frequente riutilizzo a fini irrigui delle acque reflue depurate – ha tra l’altro sottolineato Gargano.

La ministra ha colto l’occasione per sollecitare come sia però anche necessario “Portare nel Mezzogiorno i Consorzi di bonifica tutti ad un livello adeguato.”

“Il partecipato e sentito incontro di ieri, al Consorzio di Bonifica del Sannio Alifano- ha detto Bernarda De Girolamo, candidata con “Italia Viva” alle prossime regionali –  sulle nuove prospettive dell’agricoltura nazionale, ha raggiunto il suo punto più alto nell’intervento del Ministro Teresa Bellanova L’agricoltura italiana è sinonimo di eccellenza, tutti ambiscono al nostro marchio, basti pensare che a fronte dei 35 miliardi di euro di profitto annuale ci sono contraffazioni per 100 miliardi. Abbiamo enormi potenzialità di recupero davanti a noi e dobbiamo andare avanti per la nostra strada È per persone come il ministro Bellanova che io-conclude  Bernarda De Girolamo, – sono orgogliosa di rappresentare il territorio del Matese come candidata di Italia Viva alle prossime elezioni regionali”.

La ministra ha anche visitato nella mattinata alcune aziende della Provincia. E’  stata ospite, infatti, del caseifico Ponte Reale,  un’azienda del Matese che  ha conquistato una grande fetta di mercato nel difficile settore  grazie alla capacità  manageriale dell’azienda stessa è dell’eccellenza del prodotto. (Foto e intervista di Giuseppe Terminiello).

 

About Redazione (8523 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: