L’AGRICOLTURA DI PRECISIONE: L’INNOVAZIONE TECNOLOGICA NEL SETTORE PRIMARIO

C.S.In occasione della visita del Ministro Teresa Bellanova in Terra di Lavoro, Bernarda De Girolamo, candidata alle prossime elezioni regionali nella compagine di Italia Viva per la circoscrizione Caserta, ha rilasciato una dichiarazione riguardante l’utilizzo dell’innovazione tecnologica nelle produzioni agricole.

“I programmi delle Amministrazioni Pubbliche non possono dimenticare che anche l’economia rurale ha bisogno di orientare i propri modelli produttivi e gestionali verso una forma spinta di utilizzo delle innovazioni tecnologiche al fine di incrementare la redditività e la produzione agricola di qualità, tutelando, nel contempo, l’ambiente.

Il Decreto del 22 Dicembre 2017 del Ministero delle Politiche Agricole ha approvato le linee guida per lo sviluppo dell’Agricoltura di precisione in Italia.

Si tratta di pensare ad opportuni sostegni finanziari pubblici al settore agricolo che consentano l’attuazione di questa nuova e profonda rivoluzione , ineludibile di fronte ai cambiamenti nei consumi dovuta sia ad un forte aumento della consapevolezza sulla qualità e salubrità da parte dei consumatori sia ad un sempre crescente fabbisogno alimentare nel Mondo, che l’Europa e, quindi anche l’Italia, non può ignorare per motivi economici ed anche etici, coinvolgendo, in primis, i Paesi in via di sviluppo ove è concentrato il più alto numero di malnutrizione cronica.

Allora, si tratta di incentivare l’uso di tecnologie che consentono di gestire la variabilità in campo dando ad ogni pianta ciò di cui ha bisogno esattamente quando e nelle quantità di cui ne ha bisogno.

Due sono le tecnologie fondamentali individuate nelle menzionate linee guida ministeriali: la prima è la guida semiautomatica (tramite GPS) sui trattori per risparmiare su sementi, fertilizzanti, prodotti fitosanitari ecc., eliminando sovrapposizioni; la seconda è il dosaggio variabile per fornire alle piante i dosaggi precisi di input (acqua, fertilizzanti ecc.).

Dobbiamo orientarci ad un profondo ammodernamento della nostra agricoltura (ma lo stesso vale per la zootecnia, la silvicoltura, l’acquacoltura) incentivando e rendendo possibili investimenti aziendali che migliorino anche, come l’applicazione delle nuove tecnologie necessitano, la professionalità e la formazione degli operatori.”

About Redazione (8523 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: