PIEDIMONTE MATESE/ALIFE, LA NECROPOLI PREROMANA SOTTO LA EX STATALE 158, È TUTTO TOP SECRET. PERCHÉ?

dav

Emiddio Bianchi. Continuano i lavori sulla ex statale 158 che collega Piedimonte Matese ad Alife, con disagi immensi per gli automobilisti, sia per un semaforo che sembra sempre di colore rosso che per come è stata rattoppata la strada, molto simile a quella che dovevano percorrere i nostri lontani antenati, quelli sepolti sotto la necropoli di migliaia di anni fa, rinvenuta per un caso fortuito proprio dove si stanno effettuando i lavori. Già, la necropoli, quel pezzo della storia dei nostri lontani avi, seppellita da terra e asfalto, di cui nessuno, fino a pochi giorni fa, era a conoscenza. Un funzionario dei Beni Culturali è costantemente sul posto, a controllare che tutto proceda nel migliore dei modi e che nulla di quanto faceva parte dell’antica comunità, (arredi, monili o vasellame) venga compromesso. L’area è inaccessibile ai curiosi, anche a noi che siamo stati respinti quando abbiamo cercato di documentare per i tanti che hanno a cuore gli interessi culturali e storici della zona, cosa nasconda quel tratto di strada. Nessuna comunicazione ufficiale, le bocche cucite anche più di quello che dovrebbe essere. Perché, ci chiediamo, è tanto importante che tutto rimanga avvolto nel mistero dei secoli passati?

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3161 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: