REGIONALI: SONIA PALMERI, COMUNQUE VADA SARA’ UN SUCCESSO MA IL MATESE ESCE SCONFITTO

Sorpresa Palmeri Si, sorpresa Palmeri no. Si spaccano un po’ i punti di vista degli “analisti locali” sulla performance di Sonia Palmeri, assessore regionale uscente che nel suo comune, in casa sua, ha sbancato. Se non ricordiamo male ha raggiunto i livelli di Cappello.  Altra storia, altri tempi ma pur sempre numeri determinati e alti. In molti pensavano che Palmeri potesse  ottenere molto meno anche a causa di scaramucce avvenute in campagna elettorale che l’hanno vista coinvolta, vedi sanità, altri invece, in qualche modo, si aspettavano questo risultato. Fra questi anche noi  ma, chiaramente, mai ci siamo permessi in campagna elettorale di fare pronostici per nessun candidato e per il rispetto di tutti. La nostra considerazione era semplice però. Piedimonte poteva darle una mano, magari non  di queste proporzioni ma avrebbe comunque  poi “pescato” un po’ ovunque per la provincia, contrariamente ad altri candidati locali, di questo eravamo certi, soprattutto negli ultimi giorni di campagna elettorale.

Poi, non dimentichiamo che si trattava di un assessore regionale uscente e per giunta un assessorato pesante, come quello al lavoro  e “gestito “ per cinque anni non è cosa da poco. Infine,  in squadra quel rullo compressore di Zannini però faceva riflettere, nonostante alle ultime elezioni non avesse riportato un consenso altissimo perchè la presenza di tanti sindaci a sostegno, alla fine ha complicato le cose.   Un risultato cosi, ci si poteva   aspettare . Comunque vada sarà un successo per la Palmeri. Forse meritava di piu? Certamente si ma in questi casi,  serve l’analisi per capire dove ha sabgliato in termini di campagna elettorale.  Questo non poteva essere ugualmente per gli altri candidati . Alcuni,  erano delle matricole, in politica, come la pur tranquilla dirigente scolastica De Girolamo che si è mossa con garbo senza mai uscire fuori dalle righe.

Per un silenzioso Gianluigi Santillo   proprio il silenzio alla fine è stato il suo principale alleato anche se comunque è uscito sconfitto . Vivace, simpatico e con grande passione, il candidato di Fratelli d’Italia, Damiano De Rosa   del quale siamo convinti che sentiremo ancora parlare in politica. Attenti ad Antonella  D’Aloia: elegante, silenziosa che ha condotto una campagna elettorale con grande stile e pronta ad un passo successivo in politica. Roberto Cusano:  che dire, una realtà in politica nel suo comune con una ottima affermazione anche fuori ma non sufficiente, ovviamente,  per poter far parte del prossimo consiglio regionale. E ora che le elezioni sono finite, ora che non stiamo piu’ in campagna elettorale, tutti aspettano i fatti. Sanità, trasporti, turismo, infrastrutture  e potremmo continuare fino all’infinito ma ora preferiamo fermarci qui, non vorremmo essere nuovamente tacciati di presunzione.Va anche detto che ancora una volta, il Matese, esce sconfitto.Ancora una volta non è stato in grado di eleggere un suo rappresentante con ben dieci candidati in campo ma questa è una storia vecchia. Ancora una volta, una brutta figura anche se la Palmeri, va detto, con i suo tanti voti ci ha addolcito un po’ la pillola che sempre pillola rimane.

About Redazione (8679 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: