REGIONALI, RICORSI A RAFFICA: ORA ANCHE ROBERTO CUSANO DI “CAMPANIA LIBERA” RICORRE IN COMMISSIONE

“Quello che sta accadendo in questi giorni, è inammissibile.”  Così il candidato al Consiglio Regionale della Campania Roberto Cusano, intorno alla cui figura, nelle ultime ore, è scoppiato un vero e proprio caso, commenta le anomalie che si stanno verificando.
I 687 voti del suo comune di residenza, Ruviano, non sono ad oggi ancora stati caricati sul sito ufficiale della Prefettura di Caserta, correzioni misteriose effettuate sui verbali durante la notte successiva agli scrutini, errori matematici nel calcolo delle preferenze. Tutte irregolarità che, oltre a non rendere evidente il risultato reale delle elezioni (che vede Cusano come primo eletto, in termini di consensi, della lista Campania libera) hanno impedito alla lista stessa di raggiungere i circa 2000 voti sufficienti per ottenere il seggio:
sono stati caricati in maniera sbagliata i voti di lista, quelli fondamentali per raggiungere il seggio. È inaccettabile, i voti di lista una volta caricati (in maniera immediata, tra l’altro) non possono essere più modificati: da qui l’esigenza poi di intervenire su quelli delle singole preferenze, unica possibilità per correggere il tiro.“Abbiamo presentato ricorso, abbiamo il diritto di conoscere le motivazioni di certe correzioni. Perché la difficoltà della Prefettura di Caserta nel caricare i voti di preferenza dei singoli candidati, dopo aver pubblicato quelli di lista? Forse per una difficoltà nell’allinearli secondo specifiche necessità?
Attendiamo il riscontro della presidente del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere Gabriella Maria Casella, fiduciosi nell’interesse che sta riservando alla causa, tanto da scegliere di presiedere personalmente tutto il lavoro di verifica.”

About Redazione (9876 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: