E’ MORTO IL DR ALFONSO FRASCA, ERA STATO ANCHE PRIMARIO ALL’OSPEDALE DI PIEDIMONTE MATESE. IL RICORDO DEL DR VOLPE

E’ morto il dr Alfonso Frasca, era stato primario della Medicina Generale a Piedimonte Matese.  Bravissimo clinico che per molti anni ha continuato ad avere un rapporto con la struttura ospedaliera di Piedimonte Matese dove era ricordato per le sue doti professionali ed umane.

IL RICORDO DEL DR ARMANDO VOLPE, ATTUALE PRIMARIO DEL REPARTO DI MEDICINA GENERALE PRESSO IL PRESIDIO OSPEDALIERO  DI PIEDIMONTE MATESE CHE LO RICORDA COSI

“Il Dr. Frasca è giunto a Piedimonte nel 1993 ed è rimasto con noi fino al 2005: 12 anni intensi, durante i quali ha rivoluzionato il reparto ed ha inciso profondamente sulla vita professionale di tutti. Apparteneva ad una generazione fortunata, che si  era formata nella prevalenza della clinica e nella povertà delle risorse tecnologiche, ed in seguito aveva visto il progresso esplosivo delle tecniche, degli strumenti, dei mezzi di diagnosi e di terapia. A quel progresso non aveva semplicemente assistito, ma aveva partecipato con entusiasmo. A Caserta, da dove proveniva, aveva contribuito alla edificazione della Cardiologia e del Dipartimento di Medicina, felice intuizione del suo maestro ed amico, Prof. Tritto. Personalmente, si era occupato di pneumologia, di cardiologia, di chemioterapia, di cui era docente, di reumatologia,  di cui pure era docente, di endoscopia bronchiale, di endoscopia digestiva, di ecografia internistica, di cui era maestro. Lo stesso entusiasmo, la stessa curiosità intellettuale aveva portato a Piedimonte invitando, e talvolta costringendo, ciascuno di noi ad individuare e coltivare settori di interesse specifico. Il risultato? Al suo arrivo, avevamo un solo ambulatorio di medicina interna; alla sua partenza,  avevamo ambulatori di gastroenterologia, epatologia, endoscopia digestiva, pneumologia, fisiopatologia respiratoria, diabetologia, endocrinologia,  reumatologia, ipertensione, neurologia, ecografia internistica: tutti voluti e sostenuti con caparbietà ed impegno da lui. Sotto la sua guida, avevamo partecipato a sperimentazioni, redatto pubblicazioni e presentato comunicazioni scientifiche, organizzato convegni e corsi di formazione, partecipato alla vita delle associazioni professionali. Grande professionista, grande organizzatore, grande maestro, ma soprattutto persona mite, gentile e buona, riservata ma ricca di signorile cordialità. Ci era rimasto legato: veniva a trovarci ogni anno per gli auguri di Natale. A Pasqua  di quest’ anno, mi ha anticipato con un messaggio: mi informava dei suoi problemi di salute, e mi invitava a ringraziare tutti perché non aveva “l’animo né la forza di rispondere”.  Il suo ultimo saluto, riservato e gentile, rende ancora più amari la perdita ed il rimpianto”.

 

 

 

 

 

 

 

 

About Redazione (8925 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: