MATESE, CHE BEFFA COL FIUGGI, DOMINA LA PARTITA MA PERDE 2-3

Emiddio Bianchi. Piedimonte Matese. Ai punti avrebbe vinto il Matese ma nel calcio i tre punti se li porta a casa chi segna di più e la partita tra i ragazzi di Urbano e il Fiuggi ne è il classico esempio. I laziali se ne tornano con il carniere pieno per un paio di clamorosi errori di gioventù di Barbato, tra l’altro autore di un’ottima prestazione, come del resto tutti gli uomini messi in campo dall’allenatore del Matese. Urbano non può rimproverare nulla ai suoi ed anche il presidente Rega, nonostante col dente avvelenato per l’immeritata sconfitta, si è detto fiducioso che giocando alla pari con formazioni costruite per vincere il campionato come il Fiuggi di Incocciati, la sua squadra si saprà prendere grandi soddisfazioni. La partita dell’esordio casalingo in serie D è stata giocata a porte chiuse per via del covid,  con i tifosi del Matese arrampicati sui tetti e sui muri del Ferrante di Sepicciano. Il sostanziale equilibrio fino alla mezz’ora del primo tempo viene interrotto da un mortifero uno-due degli ospiti che passano in vantaggio su azione di calcio d’angolo con un preciso colpo di testa di Forgione. Il raddoppio pressoché immediato di Basilico, scaturito da una indecisione in fase difensiva di Barbato, avrebbe steso anche un toro ma un preziosissimo in area avversaria di Abreu, al terzo gol in due partite, ha consentito ai suoi di riaprire la partita. Fuori Di Lullo e Minicucci nella ripresa per Negro e Ciotola, con un Matese più brillante che trova il meritato pareggio proprio con Negro, abile ad insaccare dall’area piccola. Lo stesso ex Napoli sciupa una favorevolissima occasione a tu per tu col portiere laziale. Domina il Matese e gioca molto meglio del primo tempo. Il gol della vittoria sembra a portata di mano se non esistesse la legge del gol mangiato, gol subito. Barbato subisce un fallo al limite della sua area di rigore che l’arbitro Lascaro di Matera non fischia, restando però in possesso del pallone. Anziché allontanare la sfera o darla indietro a Kuzmanovic, alza il braccio e lascia che Basilico se ne impossessi e batta l’incolpevole portiere slovacco per il gol del definitivo 2-3 per il Fiuggi. “Un peccato di gioventù che servirà a far maturare il classe duemila”, ha commentato in conferenza stampa l’allenatore del Matese. Buona, in conclusione, la prestazione della squadra di casa che ha dimostrato, anche nella sconfitta, di potersela giocare con tutti nel torneo di serie D. Domenica prossima la trasferta a Montegiorgio, nelle Marche. Se il gioco espresso oggi sarà ripetuto,  non sarà un amaro ritorno a casa.

 

QUI MATESE – MISTER URBANO: “RIPARTIAMO DALLE COSE BUONE. QUALCHE ERRRORE MA LA SQUADRA HA GIOCATO UNA BUONA GARA

Piedimonte Matese. Chi si aspettava facce da funerale in sala stampa nelle interviste con Corrado Urbano, aveva sbagliato. Certo, le sconfitte rimangono tali ma mai farne un dramma. ”DAGLI ERRORI SI IMPARA. DA QUELLI DOBBIAMO RIPARTIRE CERCANDO PERO’  DI PRENDERE ANCHE LE COSE BUONE DA UNA GARA COME QUELLA DI OGGI”. Parole e musica di mister Urbano, visibilmente piccato dal risultato ma anche consapevole sia dallo spessore dell’avversario  che aveva di fronte, sia dalle cose buone fatte vedere dalla sua squadra. Ovviamente, ci riferiamo a Matese-Fiuggi di oggi valida per il campionato di serie “D”. Una gara tosta per il Matese ma in qualche momento, nonostante lo spessore dell’avversario, la squadra del presidente Rega l’ha avuto in mano fino ad arrivare al pareggio. L’arbitro ci ha messo anche lui lo zampino su una punizione che poteva concedere ma resa ancora piu’ dannosa dal numero 7 del Matese che si è fermato per una ingenuità legata, diciamo,  alla sua età. ”Martedi riprenderemo la preparazione – ha detto Urbano – e analizzeremo gli errori pensando  già alla prossima gara. Gli errori ci sono stati ma anche questi servono a migliorare”.

Gli fa eco il presidente Rega, risentito per il risultato  ma sereno perché consapevole di aver visto la sua squadra giocare la sua partita. Poi parlando della punizione non concessa  ha subito prese le distanze. “Degli arbitri non parliamo, non giudichiamo. Continueremo per la nostra strada e posso dire di essere contento cosi.Non del risultato, chiaramente, ma da come si è espressa la mia squadra contro un avversario difficile che ha obiettivi molto ambiziosi”.

QUI FIUGGI – MISTER INCOCCIATI, ABBIAMO VINTO GIOCANDO BENE. OTTIMA SQUADRA IL MATESE

“Siamo contenti, abbiamo fatto un’ ottima gara – ha detto Beppe Incocciati, mister del Fiuggi-. Sapevamo alla vigilia che si trattava di una squadra difficile il Matese   e all’inizio ci ha creato anche qualche problema ma poi pian piano abbiamo preso le misure  giuste e abbiamo portato a casa tre punti importanti”. Qualcuno poi sottolineava i tre goal “regalati” dal Matese ma lui ha risposto telegraficamente. “Purtroppo anche questo fa parte del calcio e di una partita. Noi,  crediamo di aver rubato nulla ”.

 

 

About Emiddio Bianchi (3486 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: