MOLISE, SE NE INFISCHIANO DEL CORONAVIRUS E ORGANIZZANO UN RAVE PARTY, INTERVENGONO I CARABINIERI

Redazione. Incuranti delle rigide prescrizioni in materia di sicurezza anticovid, decine di ragazzi si erano dati appuntamento per un rave party, quei raduni dove sono all’ordine del giorno alcool, droga e musica ad alto volume. Quando sono intervenuti i carabinieri, evidentemente allertati da qualche abitante delle vicinanze, in un capannone in disuso alla periferia di Mafalda, un paesino del Molise, ne sono stati sorpresi 57, provenienti da ogni regione d’Italia, tutti compresi in una fascia di età tra i 19 e i 38 anni, intenti all’organizzazione dell’evento. I giovani sono stati tutti identificati e denunciati all’Autorità Giudiziaria, per raduno non autorizzato e occupazione abusiva di suolo pubblico. Sembra che avessero intenzione di festeggiare per almeno tre giorni ma nonostante si fossero radunati da poche ore, già avevano ridotto l’area in un immondezzaio.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3597 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: