FRATEL COSTANTINO DE BELLIS RICORDA MONS. PIETRO FARINA VESCOVO DI ALIFE -CAIAZZO E DI CASERTA

In ricordo di un pastore che è stato padre e guida spirituale della nostra associazione Europea Amici di San Rocco per ben 13 anni.Oggi lo ricordiamo con affetto perché il 12 ottobre del 2008 inizio la sua guida pastorale della nostra associazione Amici di San Rocco e accogliendomi come fondatore ed animatore di questo grade sodalizio sotto la sua autorità .Grazie Vescovo Pietro Farina rimarrai sempre nei nostri cuori gli amici di San Rocco .

“Il ricordo dei giusti rimarrà in eterno”: nessuno di noi potrà mai dimenticare la nobile, paterna e amata figura del grande vescovo –dice  Fratel Costantino –  che per primo volle assumere il ruolo di moderatore e guida spirituale dell’Associazione Europea Amici di San Rocco”, il nostro carissimo a mai dimenticato Mons. Pietro Farina, vescovo di Caserta, che vive ancora nel ricordo dei nostri cuori.

Con il caro don Pietro, come affettuosamente mi aveva chiesto di chiamarlo, ci eravamo conosciuti nel 2004, allorché lo invitai a celebrare l’Eucarestia in occasione del V convegno europeo degli Amici di San Rocco e da allora, colpito dalla fede genuina e dalla forte devozione dei numerosi gruppi, si interessò sempre più alla storia e alle attività della nostra Associazione Europea e volle ben presto divenirne prima semplice iscritto, poi valente collaboratore ed infine moderatore e  pastore buono, che amò seguire da vicino e condividere con tanto interesse e vera gioia quanto andavamo realizzando e volle formare spiritualmente l’intera Associazione attraverso la partecipazione ai vari incontri e ai numerosi eventi che man mano abbiamo ideato ed organizzato assieme.

Tutti ricordiamo ancora  il forte legame che fin da quel 2004 mi ha unito e ci ha unito a  Mons. Pietro Farina, che ci portava sempre presenti nel suo cuore e al centro dei suoi pensieri, costante oggetto delle sue premurose attenzioni di vero padre del suo popolo amato fino all’ultimo dei suoi giorni terreni. Un affetto continuamente ricambiato dai gruppi e dai tanti devoti che negli incontri annuali non mancavano di stringere la loro guida spirituale in un abbraccio veramente fraterno. Non possiamo poi dimenticare che fu il suo gran cuore paterno a donarci il riconoscimento canonico nella storica data dell’8 Giugno 2013, poco prima del suo ritorno al Padre.In segno di ringraziamento per la grande opera del nostro amato vescovo Farina e perché non andasse perduto il ricordo di una persona tanto ammirevole, volli che fosse allestita una sala a lui dedicata  all’interno del Museo Iconografico di San Rocco a Capriati a Volturno, che contiene i simboli del suo ministero pastorale tra di noi.Ancora oggi rimane vivo nel nostro cuore e nella nostra mente il suo esempio zelante, il suo magistero, la sua guida e la pacata forza che ci sprona ad andare avanti nonostante le difficoltà e le tante prove, le troppe amarezze che la vita ci mette dinanzi, sperando contro ogni speranza come chi è riuscito ad intravvedere – nel buio del momento che viviamo- le prime luci di un giorno nuovo che già sorge all’orizzonte su di un mondo rinnovato dall’amore, sapendo di trovare forza per il nostro cammino nel corpo e sangue di Cristo e  nell’amore della nostra Madre, Maria Santissima,donati a noi dal Padre per la salvezza di  tutti”.

 

About Redazione (8732 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: