COMUNALI A PIEDIMONTE MATESE, COMINCIANO I PRIMI CONTATTI MA TUTTI CON LE BOCCHE CUCITE

Piedimonte Matese. Si va via via spegnendo la eco elettorale per le ultime regionali con il Matese che ancora una volta ne è uscito a mani vuote. Come largamente previsto, tanti erano i candidati, tante erano anche le possibilità di uscirne con le ossa rotte. Forse l’unica che aveva possibilità di poter essere eletta, anche questo era una ipotesi della vigilia però, era Sonia Palmeri ma per i piu’ attenti, era in una lista che non prometteva nulla di buono perchè doveva giocarsi il posto con un “panzer” della politica come  Giovanni Zannini e che alla fine tale si è confermato.

Dopo questo preambolo semplicemente per entrare in clima elettorale, si ritorna a parlare in città di politica locale, di liste e candidati a sindaco a Piedimonte per la prossima primavera, quando il comune dovrà rinnovare il consiglio dopo la sfiducia avvenuta nei confronti di Luigi Di Lorenzo che ha fatto saltare l’amministrazione. Ovviamente, si va anche ad una resa dei conti. La gente si interroga su chi è stato il colpevole; chi ha voluto il commissario chi invece lo evitava ad ogni costo. Una delle frasi piu’ sagge dell’epoca ci è sembrata proprio quella del sindaco poi sfiduciato Di Lorenzo: “Avviamo quello che è imminente –diceva pressappoco cosi  -come numerosi lavori in città dalla rete viaria allo stadio comunale e poi, come avviene in una democrazia mandatemi pure a casa”. Cosi non è stato e la fretta di rompere il “giocattolo” ha creato ora non pochi disagi in città ma anche ai colpevoli del commissariamento.

Su questo si poggia il dibattito politico di queste ore anche se fare nomi diventerebbe esclusivamente un gossip. Quello che c’è di vero è che i candidati a sindaco, potrebbero essere un numero tale da poterne fare quasi una squadra di  calcio alla prossima tornata elettorale. Poi come al solito, solo una dovrà indossare la fascia tricolore e tutto diventa difficile.

Intanto, fra i cittadino comuni gli interrogativi non mancano. Cosa farà la Palmeri in vista delle comunali? Sarà interessata  oppure lo ritiene una retrocessione politica lei che ha ricoperto il ruolo di assessore regionale? Qualcuno esclude categoricamente un suo interessamento alla fascia tricolore, altri sono certi che potrebbe presentare qualcuno dei suoi.

Intanto, si muovono i primi incontri e le pizze fra amici spesso diventano riunioni politiche anche se lo sceriffo ora complica tutto con le ultime ordinanze. Insomma, contrariamente a quello che si puo’ pensare,  si lavora già,  inutile nasconderlo. Cosa farà l’uscente Luigi Di Lorenzo per mettere in atto la vendetta politica? Farà una lista da lui coordinata ma dall’esterno oppure, ma questo lo escludiamo, lascerà la politica? Nel PD Costantino Leuci ha ancora delle velleità? Qualcuno è certo di si  e secondo alcuni  si guarderebbe intorno come giusto che sia.

Il   M5 Stelle  ha come forte riferimento l’on.   Margherita Del Sesto. Persona molto preparata e da sempre in simbiosi con questo territorio, osserva con attenzione l’evolversi di queste prime schermaglie politiche ma certamente troppi contatti le vengono attribuiti, spesso in modo gratuito .

Come falchi già i politici regionali piombano sulla preda e cominciano a creare strategie per  allestire la squadra ma rigorosamente da dietro le quinte. Questo, dovrebbe essere evitato e i candidati locali dovrebbero ragionare con la propria testa, ma questa è una nostra considerazione e anche un po’ velleitaria per chi conosce un  po’ la politica. Chi conosce i problemi da risolvere e le esigenze della città è chi la città la vive quotidianamente e non da Mondragone, Sessa Aurunca o Aversa. Il senatore Carlo Sarro troppo silenzioso, secondo alcuni comincia a preoccupare ma staremo sul pezzo e vi terremo informati.

 

About Lorenzo Applauso (2099 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

1 Comment on COMUNALI A PIEDIMONTE MATESE, COMINCIANO I PRIMI CONTATTI MA TUTTI CON LE BOCCHE CUCITE

  1. Il sindaco sarà sicuramente un ex dirigente in pensione

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: