DAGONI, ORA E’ UFFICIALE: IL COMUNE E’ IN DISSESTO FINANZIARIO. D’ALOIA (OPPOSIZIONE) :”ASSISTIAMO AD UN NUOVA CATASTROFE”

Dragoni. Il comune di Dragoni, la notizia era già ormai nota da tempo, è ufficialmente in disseto finanziario. Il consiglio comunale ha ratificato una  delibera di giunta. Non sono mancate le polemiche intorno all’argomento. Dura e diretta anche la dichiarazione della consigliera di opposizione Antonella D’Aloia che vi riproponiamo.

“In questa Assise si sta procedendo a votare la dichiarazione di dissesto finanziario dell’Ente, atto che rappresenta in maniera inequivocabile l’incapacità, da parte di questa maggioranza, di garantire un equilibrio nella gestione finanziaria delle casse comunali. Di fronte a tale drammatica situazione si chiede a noi consiglieri di procedere ad una espressione di voto, che rappresenta il punto conclusivo di una gestione amministrativa, capeggiata dal Sindaco Lavornia,   che dura ormai da ben otto anni e che ha portato il Comune allo stato dei fatti attuale.

Dopo trent’anni ci risiamo ed assistiamo ad una nuova catastrofe economica, le cui conseguenze saranno pagate dall’intera collettività, vessata, in tutti questi otto anni, da livelli di imposte comunali elevate, senza veder restituito alcun servizio, al contrario questa Giunta, in prima battuta , parliamo della prima consiliatura, che va dal 2012 al 2017, giustificava le proprie mancanze addossando la responsabilità sulle precedenti amministrazioni, in seconda battuta, ossia dal 2017 in poi sui cittadini, rei di non procedere al pagamento di imposte economicamente insostenibili per molti.

Bene, credo sia doveroso caro Sindaco, non accampare più alcun tipo di scusa, la dichiarazione di dissesto è solo ed esclusivamente un vostro fallimento amministrativo, sono otto anni che amministrate e questa vostra scelta odierna, alla quale a suo dire, siete stato obbligato , è intempestiva e frutto della vostra incapacità di gestire la macchina comunale, pur avendo avuto sin dal 2012, piena consapevolezza della drammaticità della situazione finanziaria dell’Ente .

In parole povere, lei “ha tirato a campare”, tutto questo a discapito del futuro dei cittadini, che ,ribadisco, da otto anni pagano le imposte quasi come i comuni dissestati, nella speranza di fantomatiche entrate economiche da fonti esterne, dimostratesi non sufficienti, o interne, nonostante la contrarietà del popolo.

Oggi Lei dopo tempo immemore (in termini amministrativi), getta la spugna e dichiara il dissesto, mettendo la parola fine a tutte le illusioni circa il risanamento dell’Ente prospettate alla popolazione per giustificare un così alta pressione fiscale.

Di conseguenza dalla sperata “piccola Svizzera”, da Lei più volte auspicata per Dragoni, ci si ritrova, purtroppo, ad essere una “conclamata Grecia”.

Alla luce di tutto quanto su esposto, esprimere un voto favorevole oggi, rappresenterebbe un’ approvazione del vostro operato fin qui, il che sapete bene non è possibile, in quanto da tre anni , ossia da quando siamo stati eletti, cerchiamo di farvi aprire gli occhi su una situazione che chiunque, anche non tecnicamente preparato, avrebbe definito catastrofica, scontrandoci con il vostro ostracismo più di convenienza politica, che fattuale interesse collettivo.Di contraltare ,esprimere un voto contrario al dissesto, sarebbe fare ulteriore danno ad una collettività già martoriata e mortificata dalle vostre scellerate scelte amministrative, assistiamo, difatti  inermi, al disfacimento di una comunità che fugge dal paese e che addirittura non iscrive i propri figli nelle scuole dragonesi, fatto quest’ultimo di una gravità assoluta e che dimostra una completa sfiducia nei vostri confronti.Pertanto, la mia espressione di voto è quella dell’astensione; è il vostro dissesto  egregio Sindaco, è il vostro fallimento amministrativo  e ,chiedere  oggi a noi  una collaborazione mai voluta da parte vostra nel passato, è tardivo e capzioso.Assumetevi le vostre responsabilità cari amministratori, soprattutto voi componenti della Giunta che amministrate questo Comune chi a partire dal 2012 ,chi dal 2017 e chi addirittura da trent’anni, avete nei fatti portato miseramente  questa comunità al baratro economico”.

About Redazione (8890 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: