“OLTRE LA PAURA”, EVENTO ON LINE DALL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI FORMICOLA LIBERI PONTELATONE

Pontelatone. Si è svolto  Il 28 ottobre  scorso, presso l’ Istituto Omnicomprensivo di Formicola Liberi Pontelatone l’evento on line “Oltre la paura” , ultimo step e azione di pubblicità del progetto “Abbraccio Comunità” da vivere insieme con la coop sociale Agorà capofila del progetto nell’ambito del POR FSE 2014-2020 della Regione Campania Scuola di Comunità .

E’ stato un incontro on line particolarmente sentito dalla comunità scolastica dell’Istituto e moderata dalla Dirigente scolastica Antonella Tafuri,  coadiuvata dalle sue collaboratrici A. Di Gaetano e R. Missana, che ha visto come relatore principale   Monica Colella, psicologa clinica e di comunità,  autrice del saggio formativo “ Oltre la paura. Vincere ogni ansia e panico per ritrovare la serenità”.

La DS Tafuri, dopo aver porto i saluti del   Costanzo Feo presidente della Cooperativa Agorà, ha introdotto l’esposizione della dott.ssa Colella sottolineando  l’importanza e la necessità di questo evento  nel particolare momento emergenziale che stiamo vivendo anche nel mondo della scuola per la pandemia Covid. Come spiegare ai bambini e adolescenti questa situazione inedita senza minimizzare ma evitando di scatenare terrore e angoscia? In uno scambio dialettico con i partecipanti al dibattito, la dott. ssa Colella ha ribadito che la paura non va soppressa ma “attraversata”, che in questo periodo è importante dosare le nostre parole per opporre al pensiero negativo un pensiero propositivo. Ascoltare i bambini è importante come è di fondamentale importanza spiegare loro, senza bugie, questo momento presente e mantenere con loro un atteggiamento rassicurante. Più complesso, invece il discorso sugli adolescenti che vedono il loro mondo stravolto e ridefinito da nuove regole. Quali sono quindi le strategie di adattamento degli insegnanti di fronte a questa problematica? In primis quella di organizzare la scuola anche in DAD per non far mancare il contatto docente alunno  e sotto questo aspetto la tecnologia sta garantendo un senso di solidarietà e di positività a fronte delle limitazioni presenti.  E’ chiaro che tutto deve essere fatto con grande senso di responsabilità e professionalità. Poi, in secondo luogo, il docente deve distaccarsi dal compito formale di trasferire solo nozioni al ragazzo ma accompagnarlo, con grande capacità introspettiva,  per risalire dal fondo e sviluppare la capacità di resilienza.

About Redazione (10180 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: