FC MATESE, NUOVO RINVIO DELLA RIPRESA DEL CAMPIONATO, SE NE RIPARLA IL 13 COL CASTELNUOVO VOMANO

Emiddio Bianchi. Piedimonte Matese. Non più il 6 ma il 13 dicembre. Sarà questa la data della ripresa del campionato di serie D, covid permettendo, ovviamente. La nuova data disposta dalla lega nazionale dilettanti è stata ufficializzata per rendere uniformi i nove raggruppamenti nazionali e consentire in questa settimana di recuperare tutte le partite rinviate a causa dei contagi da coronavirus che anche in quarta serie si è fatto sentire. Nel girone F, quello del Matese, ancora si devono disputare tre partite fra cui quella che vedrà di fronte Albalonga e Campobasso che potrebbe consentire ai molisani di tornare in testa alla classifica. I recuperi che interessano la squadra di Piedimonte sono però altri e riguardano il Porto Sant’Elpidio che si troverà di fronte Giulianova e Rieti. Queste tre squadre si trovano tutte dietro il Matese e se si verificano fortunate combinazioni, alla ripresa del torneo potrebbero ancora vedersi dietro alla squadra di Urbano, come è già successo con l’Aprilia che nonostante i tre recuperi che ha giocato dallo stop del campionato ha ancora un punto in meno in classifica. Una cosa è certa, se terminasse oggi il campionato il Matese sarebbe salvo, perché nonostante il deficitario avvio ne ha cinque dietro ed è l’unica squadra di fondo classifica ad aver vinto almeno una partita. Se questa è la nota positiva, di certo il presidente Rega non si culla sugli allori e sta già pensando a migliorare un organico che seppure di buona qualità, ha disatteso le aspettative della vigilia. Il primo dicembre segna la riapertura del mercato di riparazione e sono parecchi i tasselli da sistemare in casa matesina, con calciatori che hanno deluso le aspettative e hanno già fatto le valigie o che le faranno in questi giorni se riusciranno a trovare una sistemazione di loro gradimento ed altri che dovrebbero venire a rinforzare l’organico. Il capitolo portieri è stato chiuso con l’arrivo di Palombo, un classe ’99 che ha già brillantemente debuttato nel recupero con Aprilia, con la conseguente partenza di Bruno. Rivoluzione in difesa, con la coppia di centrali Russo-Albanese che non sarà confermata. Resta Riccio, all’occorrenza al centro della difesa o sulla fascia, che dovrebbe essere affiancato da un paio di elementi di valore, non necessariamente under se in attacco o a centrocampo dovesse trovare spazio uno dei giovani che al momento non sono riusciti a farsi notare i prima squadra, a differenza di altre formazioni che addirittura ne schierano più del numero minimo consentito. L’attacco, infine, croce e delizia del Matese, con Abreu lasciato da solo nelle ultime partite a lottare contro marpioni collaudati. Il neo sposo avrebbe bisogno di un uomo che gli crei spazio nelle difese avversarie, cosa che non è stato in grado di fare Negro, anch’egli in partenza. Lo stesso Ciotola, volenteroso come nessuno, seppure con un bel carico di primavere sulle spalle, non è un attaccante d’area di rigore. Di sicuro, in questi giorni ci saranno importanti novità. Intanto, oggi pomeriggio è ripresa la preparazione al Ferrante con un numero di calciatori parecchio inferiore ai trenta di inizio preparazione, francamente troppi. L’impegno è tanto, come pure la voglia di riscatto immediato. Castelnuovo Vomano è avvertito.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3656 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: