I RISTORATORI CASERTANI  INVOCANO  L’INTERVENTO DEL PREFETTO. RUSSO:” CATEGORIA MALTRATTATA DA MISURE CONTRADDITTORIE” 

 Fortuna Natale|Caserta. Ristoratori campani sempre più bistrattati dalle istituzioni locali e nazionali. Lo denunciano con forza Confcommercio e Fipe Caserta all’indomani dei nuovi provvedimenti restrittivi emanati da Governo e Regione. ‘La decisione dell’esecutivo – spiega Lucio Sindaco, presidente provinciale di Confcommercio Caserta – di concedere a bar, ristoranti e imprese commerciali di riaprire soltanto per una manciata di giorni, alla vigilia delle festività natalizie, era già apparsa a tutti come un mero contentino. Una magra consolazione rispetto alle attese della categoria dopo settimane di restrizioni previste dalla fascia arancione. L’ordinanza con la quale il presidente De Luca ha stabilito, appena poche ore fa, di bloccare il passaggio in zona gialla, prorogando la fascia arancione fino a gennaio, rappresenta il colpo di grazia. E’ evidente infatti che misure di questo tipo – assunte peraltro senza alcun preavviso – oltre ad essere contraddittorie sono pure inefficaci. Chiudere bar, locali e ristoranti quando altre realtà sono aperte non scongiurerà gli assembramenti e non ridurrà i contagi, ne deriva che un simile provvedimento non risponde ad una reale esigenza di tutela della salute. Ciò che invece è certo è che provocherà danni gravissimi all’economia della Campania’. ‘Tutto ciò è veramente assurdo – è il … Leggi tutto I RISTORATORI CASERTANI  INVOCANO  L’INTERVENTO DEL PREFETTO. RUSSO:” CATEGORIA MALTRATTATA DA MISURE CONTRADDITTORIE”