PIEDIMONTE MATESE, E’ NATA L’ASSOCIAZIONE “MATESE IN MOVIMENTO”

Piedimonte Matese. Si è costituita, a  Piedimonte Matese, l’Associazione territoriale di promozione sociale “Matese in Movimento”.L’Associazione  pone tra i suoi principali obiettivi quello di creare, in sinergia con le Amministrazioni locali e con gli altri organismi associativi già presenti sul territorio, programmi ed interventi capaci di far affermare un pianificazione globale delle politiche di sviluppo territoriali, coerenti e in linea con le politiche di sviluppo nazionali e regionali.Impegnarsi, dunque, per far affermare una precisa ed organica politica  per i territori e le comunità di periferia che delinei le linee di sviluppo nella riorganizzazione dei servizi pubblici, nella riarticolazione dei servizi sanitari, nella razionalizzazione del sistema scolastico e, di conseguenza, nella valorizzazione delle direttrici scuola-sport-salute, da intendersi, queste ultime, come prioritari strumenti di benessere relazionale e di comunicazione sociale.  In particolare, va posta attenzione al progetto di riorganizzazione della rete ospedaliera provinciale e al riconoscimento della classificazione di  DEA all’ospedale di Piedimonte Matese. Infine, occorre puntare all’obiettivo di politiche che mettano in campo progetti ed interventi in grado di innovare, ristrutturare e riconvertire quelle attività produttive esistenti, affette da crisi e declino, che determinano ulteriormente l’impoverimento di un già precario quadro occupazionale.L’Assemblea della neonata Associazione ha deliberato di dare mandato  per il primo triennio ad un Consiglio di Amministrazione composto da nove membri formato da Angelo Milo (nella foto) in qualità di Presidente e Benedetto Iannitti  in qualità di Vice Presidente, coadiuvati dai consiglieri Lorenzo Meglio, Michele Petrucci, Gianfrancesco D’Andrea, Francesco D’Orsi, William Mattei,  Mario Scappaticcio, Raffaele Carrizzo.Occorre, a livello regionale, che si raggiunga al più presto una seria presa di coscienza delle esigenze delle piccole comunità delle aree interne, che continuano ad essere  considerate residuali nelle priorità degli impegni programmatici. Basti pensare all’esclusione di tutte le aree interne della Provincia di Caserta dall’atto di indirizzo elaborato dalla Regione Campania e relativo alla programmazione 2014-2020 dei fondi strutturali e di investimento europei per la individuazione delle “Aree Pilota”, nell’ambito del documento “Strategia Nazionale per le Aree Interne”.  A questo, sempre a titolo di esempio, vanno aggiunti i i ritardi che si stanno accumulando per  definire la perimetrazione del Parco Nazionale del Matese.“Stiamo attraversando un momento particolare, in cui le relazioni sociali risultano fortemente compromesse dalle limitazioni introdotte a causa della pandemia – spiega il presidente Angelo Milo – e che hanno indebolito, con il distanziamento fisico, quelle componenti proprie della prossimità fisica indispensabili nei processi di comunicazione. La mancata partecipazione a scelte strategiche per il futuro richiede, con forza, una consapevole condivisione collegiale fatta di confronto e di dialogo e la costituzione dell’Associazione Matese in Movimento nasce con questo fondamentale obiettivo, tutto orientato al riscatto economico e sociale del territorio”.

 

About Redazione (9499 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: