MENTRE LA NUOVA ZELANDA È GIÀ NEL 2021, SULLE ISOLE DIOMEDEE, IN UN ANGOLO SPERDUTO DEL MONDO, ACCADE QUALCOSA DI INCREDIBILE

Redazione. Mentre in nuova Zelanda già hanno festeggiato l’inizio del nuovo anno, per via delle dodici ore in avanti di fuso orario, vi raccontiamo l’incredibile storia che capita ogni anno, a cavallo del Capodanno, ai cento abitanti delle isole gemelle Diomedee, in uno sperduto angolo del mondo, nel mare di Bering, a soli tre chilometri di distanza, ma con ben 21 ore di differenza. Lo strano fenomeno accade perche’ tra le due isole passa la linea di cambiamento di data, per cui il fuso orario della Grande Diomede, quella russa, è di piu’ 12 ore, mentre quella della Piccola Diomede è di meno 9 ore. Per effetto di ciò, nonostante la loro estrema  vicinanza, la Grande Diomede è 21 ore avanti rispetto alla Piccola Diomede; questo si traduce, in pratica, in un’apparente differenza di sole tre ore, avendo tuttavia presente che per 21 ore al giorno le due isole si trovano in due giorni diversi. Per fare un esempio, alle ore 17:30 di oggi, 31 dicembre 2020 sulla Piccola Diomede, corrispondono le ore 14:30 del 1 gennaio 2021 sulla Grande Diomede. Apparentemente, l’isola più orientale sembrerebbe essere tre ore avanti rispetto a quella occidentale mentre è invece ventuno ore indietro. Sperando di essere stati chiari è come se un abitante di Piedimonte si recasse nel futuro ad Alife e poi scegliesse di ritornare un anno indietro in piazza Roma o vicecersa, magari anche per diverse volte al giorno. Ma questo capita, solo ed esclusivamente a Capodanno. Cose non dell’altro mondo ma del nostro.

 

About Emiddio Bianchi (3678 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: