RUBRICA  LE RICETTE DI CECILIA MAGNANTE: LA CENA DI SAN SILVESTRO

Cecilia Magnante|   La  notte di San Silvestro è  da sempre una delle feste più attese più celebrate ricca di tante cene balli e fuochi d ‘artificio in tutto il mondo. Quest ‘anno a causa della pandemia ci ritroviamo con locali e ristoranti chiusi e restrizioni familiari per evitare assembramenti. Insomma, sarà un diverso cenone di fine anno ma senza rinunciare a delle prelibatezze anche tra le mura di casa. Ma chi era San Silvestro? Nonostante sia un giorno festoso, Silvestro fu il Papa al  tempo dell ‘Imperatore romano Costantino che dopo tante persecuzioni  riconobbe ai cristiani la libertà di culto. Prima della sua morte nel 31 dicembre  del 335 ognuno festeggiava il capodanno in date diverse. Le tradizione del capodanno non sono religiose ma per buon auspicio un porta fortuna e soldi come il mangiare le lenticchie o il cotechino come simbolo di abbondanza. Altra tradizione e l’intimo  rosso che viene indossato e buttato  il giorno dopo

Altra tradizione sono i botti di capodanno che in diverse culture il baccano provocato serve a scacciare gli spiriti maligni e mettere in fuga i demoni oppure falò e lampade accese illuminavano l ‘arrivo del nuovo anno. Curiosita dal mondo in Spagna di devono mangiare 12 chicchi d ‘uva  in Russia scrivono dei desideri su  dei bigliettini e poi lo bruciano e le ceneri vengono messe nei calici al momento del brindisi in Brasile il colore porta fortuna non è  il rosso ma il bianco che permette di ottenere la pace spirituale ultima in Danimarca si rompono le stoviglie vecchie allo scoccare della mezzanotte e a dire il vero negli ultimi anni è  diventata questa una mia tradizione personale. Ma veniamo alla cena per fare una bella figura con i vostri ospiti vi propongo un bel dolce di fine cena Il pandoro con crema e frutti  di bosco un buon modo per riciclare il pandoro avanzato

INGREDIENTI:1 pandoro;1 dose di crema pasticcera ;250ml di panna fresca;4 fogli di gelatina ;2 cucchiai di latte ;250g di frutti di bosco e zucchero  a velo  per decorare.

Preparazione: tagliate le fette nel senso della larghezza del pandoro tagliate a metà  e rivestite la circonferenza  di uno stampo a cerniera da 24/26cm . Col  pandoro  formate la base del dolce, ammollate la gelatina, montate la panna e unite la crema pasticcera e la gelatina sciolta nel latte . Farcite il guscio di pandoro con metà della crema preparata distribuite i frutti di bosco e coprire con altro strato . Preparate 5 ore prima e lasciate rassodare in frigo. Servite con zucchero a velo e delle bollicine di spumante Made in Italy

Tanti tanti auguri dalla vostra chef  contadina Cecilia

About Redazione (9478 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: