COMMOZIONE ALLA GIORNATA DELLA MEMORIA CON L’INAUGURAZIONE DI UNA SCULTURA IN RICORDO DEL CAV. GIOVANNI DI FRANCO

Alife, Giornata della Memoria Shoah. Commozione per l’ Inaugurazione della scultura lignea dedicata al Cav. Giovanni Di Franco ultimo reduce sopravvissuto alla guerra.

Alife. La Giornata della Memoria della Shoah di quest’anno si è celebrata presso l’Albero della Pace dedicato ai percorsid ella memoria storica dei 100 anni della grande guerra, ed ha visto lo svolgersi di 2 momenti ben distinti: la nomina delle “Guide Escursionisti per la Pace” avvenuta il giorno 26 e la cerimonia di inaugurazione di una singolare scultura di legno intitolata “il Guardiano della Pace”, in cui l’autore dell’opera, l’ artista creativo e artigiano del legno Ernesto Iannelli di Alife. si è ispirato all’antico “Homo Sapiens”. Abbiamo deciso di inaugurare questa scultura  proprio in questo giorno e di dedicarla alla memoria del Cav. Giovanni DI Franco, ultimo Combattente e Reduce sopravvissuto alla 2a guerra mondiale, da poco scomparso, che fu ospite d’onore proprio durante la cerimonia del Centenario  svoltasi qualche anno fa in quest’area. Il volto di questa scultura ci ricorda proprio il volto del Cav. Di Franco . Da oggi sarà lui il Guardiano della Pace” . Ha fatto sapere la Presidente del Movimento per la Pace Agnese Ginocchio.  Alla cerimonia sono stati presenti ufficialmente il Sindaco di Alife Maria Luisa Di Tommaso, l’Associazione nazionale Combattenti e Reduci (sez. di Piedimonte) presieduta dal prof. Raffaele Civitillo, di cui il Cav. Di Franco era socio ad honorem, il prof. Civitillo ha rappresentato anche la Federazione nazionale e quella provinciale retta dal Dott. Ugo Romano, il Circolo Ricreativo della Terza Età presieduto da Franco Montalbano di cui il Di Franco era stato nominato “Presidente ad honorem”, il vice Presidente e la socia del Direttivo del Movimento Internazionale per la Pace prof. Gino Ponsillo e prof.ssa Monica Pacelli, quest’ultima ha rappresentato anche l’Istituto Comprensivo di Alife (diretto dalla Preside Angela Faraone)  insieme alla docente Gioconda Cornelio. Ancora tra i presenti il prof. Giovanni Guadagno ex Sindaco di Alife e storico che ha ricordato alcuni episodi avvenuti durante la guerra di cui il Di Franco ne fu testimone, una rappresentanza del gruppo “Guide Escursionisti per la Pace” con il prof. Carlo Pastore che ha declamato una lirica dedicata al compianto uomo illustre, e la famiglia del Cav. Di Franco con i figli, Vincenzo ex Consigliere provinciale ed il dentista Lucio, insieme alla consorte Maria, ai quali è stato affidato il compito di scoprire la scultura e la targa di dedica insieme al Sindaco e al Presidente dei Combattenti e Reduci. Tra i presenti il prof. Fernando Occhibove e diversi cittadini di Alife che conoscevano l’emerito Cav. Di Franco. Un messaggio inequivocabile é stato elevato durante questa storica giornata attraverso il ricordo e l’esempio del compianto uomo illustre che fu presente in quest’area come Ospite d’onore durante la cerimonia del centenario, raccontando gli orrori e le ferite laceranti della guerra e l’importanza di essere e di volere sempre la Pace favorendo sentimenti di amore e di rispetto verso il prossimo. Mai più guerre. “Sforziamoci di essere uomini e donne di Pace”.

Il cav. Di Franco è stato da tutti amato e rispettato proprio per la sua gentilezza, il rispetto e l’attenzione qai valori fondanti che da sempre lo ha contraddistinto in tutta la sua vita. La cerimonia si è tenuta in forma ristretta rispettando le norme anticovid.

IL Significato dell’opera: “Il Guardiano della Pace”

Il Guardiano della Pace,  il cui volto ricorda l’Homo Sapiens, l’uomo saggio, nel quale è stato impresso tutto il vissuto del Cav. Di Franco, è il Guardiano del Creato, che si prende cura della Madre Terra, è la sentinella di Pace che veglia durante la notte di questo tempo investito dalle tenebre per prendersi cura dell’ uomo ferito inciampato e caduto nel tunnel dell’ oscurità per aiutarlo a rimettersi in piedi illuminandogli il proprio cammino e dopo averlo rifocillato, gli indica la direzione per poter raggiungere la meta”.

E’ un invito infine rivolto a ciascuno di noi ad essere “Guardiani” della nostra vita e di quella del prossimo attraverso quell’umanità sofferente che incontriamo quotidianamente sul nostro cammino, a prenderci cura gli uni degli altri come una grande famiglia, a prenderci cura della Madre Terra e del Pianeta che ci ospita, a prenderci cura di tutte le creature che abitano il Creato, abolendo ogni forma di violenza e ripudiando tutte le guerre che impediscono e deturpano il percorso della fratellanza universale e l’equilibrio dell’ecosistema. “Amare e rispettare infine il prossimo come se stessi”, richiamando il messaggio che il Cav. Di Franco ci ha lasciato in eredità”.

NELLA PRIMA FOTO IL COMPIANTO CAV. GIOVANNI DI FRANCO

About Redazione (9499 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: