PIEDIMONTE MATESE, LA MOVIDA PRIMA DEL LOCKDOWN SOTTO IL MUNICIPIO, INTERVENGONO I CARABINIERI

Redazione. Piedimonte Matese. Solo l’intervento dei carabinieri ha posto fine ad una indecente movida inscenata da centinaia di giovani, molti dei quali senza mascherina, a pochi metri dalla fontana tonda che si trova proprio sotto la casa comunale di Piedimonte Matese, nella serata precedente l’inizio della zona rossa. C’è da dire che tutti i bar di piazza Roma avevano provveduto ad abbassare le saracinesche dei loro esercizi commerciali, in ottemperanza alle disposizioni di legge e che pare non sortisca nessun risultato. Per cui i tantissimi ragazzi, incuranti del virus che galoppa in maniera prepotente in città, non avevano neanche la giustificazione di consumare drink o panini fuori dai tradizionali punti di ritrovo. Quello che ci è stato documentato dalle foto che ci sono state inviate, racconta di fughe precipitose alla vista della pattuglia dei carabinieri che hanno dovuto ristabilire l’ordine, cosa che purtroppo, ci spiace dirlo, toccava in primis ai genitori dei ragazzi, magari consapevoli di cosa stesse accadendo e che oggi si potrebbero ritrovare positivi al Covid, portato a casa dai propri figli.

 

 

About Emiddio Bianchi (3559 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

2 Comments on PIEDIMONTE MATESE, LA MOVIDA PRIMA DEL LOCKDOWN SOTTO IL MUNICIPIO, INTERVENGONO I CARABINIERI

  1. I genitori non educano i loro figli perché molti di loro hanno bisogno di essere educati. La scuola è stata esautorata da tempo. Le istituzioni giocano allo scaricabarile. Il risultato è questo.

  2. Ma la polizia municipale che fa? Di pomeriggio c’è la movida a pochi passi dal comando e loro chiusi dentro. È vergognoso!!!!

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: