PIEDIMONTE MATESE, ALTRO CHE ZONA ROSSA, TRA INGORGHI PAUROSI E STRADE CHE CAMBIANO NOME

Redazione. Piedimonte Matese. Un lettore che si doveva recare dal borgo di Sepicciano all’ospedale di Piedimonte (meno di tre chilometri), ci ha confidato di aver impiegato oltre un quarto d’ora. Noi aggiungiamo che è stato anche fortunato, considerando l’incredibile ingorgo che comincia di mattina presto e finisce al calar della sera, dovuto ai perenni lavori che hanno ridotto le strade cittadine in un autentico colabrodo. Altro che zona rossa per chi è costretto a prendere la macchina…. In coda per raggiungere Porta Vallata, abbiamo anche scoperto che l’antico ingresso in città, dove è impossibile accedere, ha cambiato nome: adesso si chiama via Antonio Gaetana. Lo diciamo a chi, in buona fede, ha pensato bene di mettere il cartello, perché non era passato neppure nell’anticamera del cervello a chi doveva mettere la giusta segnalazione di strada interrotta, causa principale, oltre alle buche sparse dovunque, dei casini veicolari della città.

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3539 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: