PIEDIMONTE MATESE, L’ACQUA (POTABILE) ABBONDA E LE STRADE DIVENTANO FIUMI, CITTADINI DI SEPICCIANO SUL PIEDE DI GUERRA

dav

Redazione. Piedimonte Matese. È vero che Piedimonte è la città dell’acqua, ma sprecarla per una condotta idrica che definire pessima è un eufemismo e soprattutto per una altrettanto disastrosa gestione dell’esiguo personale che dovrebbe riparare le falle, farebbe rabbrividire chi per un goccio di acqua, in Africa, darebbe la vita. Da un paio di giorni, ma la cosa va avanti da anni, sistematicamente, via Macchia, la strada che si congiunge sulla provinciale

Sannitica nei pressi dello stadio comunale, non è più attraversabile dai pedoni, se non dotati di fisico aitante come i calciatori. L’acqua (quella potabile) scorre a fiumi e purtroppo lascia a secco gli abitanti a monte della perdita, lasciata a riversare sulla strada migliaia di litri che qualcuno dovrà pure pagare. Le proteste hanno indotto alcuni cittadini a presentarsi personalmente al cospetto del sub commissario governativo (però non ci vengano a dire che non sono fra i pochi fortunati ad averlo conosciuto) per chiedere di porre rimedio ad un disastro che non solo adesso li vede senz’acqua ma che pochi mesi addietro li costrinse ad odorare il “profumo” della benzina che gli inebriava le narici. L’acqua, croce e delizia dei piedimontesi che, per ironia della sorte, la pagano profumatamente, una ricchezza straordinaria trasportata in ogni dove, almeno quella che per negligenza non finisce nel sottosuolo. A volte un fiume amaro l’acqua di Piedimonte, destinata a ripulire le strade….

 

 

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3603 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: