PIEDIMONTE MATESE, INTERESSANTE GIORNATA AL LICEO CON ENRICO CARUSO

PIEDIMONTE Matese. Quando la passione per la musica si congiunge alla voglia di conoscere, e far conoscere, la propria storia, allora è il momento giusto per dimostrare a tutti che si ha un marcia in più. Il Liceo Musicale Galileo, sotto la direzione della professoressa Bernarda De Girolamo, ha voluto avviare le celebrazioni in onore del grande tenore, di origini piedimontesi, Enrico Caruso, in collaborazione con il Museo Enrico Caruso, che ha sede in Villa Caruso a Lastra a Signa, in provincia di Firenze. Il famoso cantante lirico, durante gli anni adolescenziali, pur tornando a Piedimonte, dove cantava nella basilica di Santa Maria Maggiore mentre si teneva la novena per il patrono San Marcellino,  fu presto conteso dai più importanti del mondo, facendo la spola con New York. Accumulò notevoli fortune e pertanto fu in grado di comprare una villa molto bella, e con un parco ragguardevole, in Lastra a Signa. Gli alunni del Liceo Musicale, guidati dal professore Giuseppe Monetti, hanno condotto delle ricerche e ricostruito, lungo il filo della memoria, alcuni tasselli della vita del sommo Maestro. Ha fatto gli onori di casa la vicepreside, professoressa Claudia Santomassimo, poi si è sviluppato un proficuo dialogo tra gli alunni e gli entusiasti toscani, sia gli amabili curatori del Museo Caruso, sia il dottor Viani, direttore del “Museo casa natale Giacomo Puccini”, in collegamento da Lucca.  Gli alunni del Liceo, che si sono spesi senza risparmio nelle ricerche, vanno nominati singolarmente perché hanno scritto una pagina scolastica davvero unica e irripetibile: Luigi De Lellis (che ha scavato fin nel catasto onciario piedimontese per recuperare le origini della famiglia Caruso); Giuseppe De Cristofano e Ida De Pascale (impeccabili nella ricostruzione biografica); Mario Sgueglia (la fortuna all’estero); Gianluca Ricci, Sofia Maria Bassan, Ida De Pascale, Mariele Frasca ( i luoghi dell’anima, quelli che hanno visto le orme del Maestro); Francesco Aponte, Giulio Guerino Melillo; Simona Macchia (cucina, ciò di cui era ghiotto il grande tenore); Alessandro D’Antonio (filmografia); Mirko Vetere (discografia). Ha suscitato l’ammirazione di tutti la magnifica esibizione dell’alunno e cantante Nicholas Porto, che ha interpretato il brano Caruso, scritto dall’indimenticabile Lucio Dalla. L’alunno Antonio de Caprio ha realizzato un lavoro grafico che ha favorevolmente impressionato i curatori del Museo Caruso, i quali ne hanno chiesto una copia da esporre in una mostra temporanea. La manifestazione non sarebbe stata possibile senza il supporto tecnico dei molto professionali Salvatore Campanile (l’infaticabile sostegno di ogni manifestazione) ed  Alberto de Luca, ormai perfezionista e proiettato verso più ampi lidi.  Né vanno sottaciuti gli altri alunni impegnati: Marco Argentino e Mirko Vetere. In più hanno dato una gradita mano i professori Nicola Munno e Maria Michela Vittorelli. Questo di poggi non è stato che un assaggio di cosa accadrà in estate, per la cui programmazione lunedì prossimo (31 maggio), alle ore 11, è prevista, nei locali della presidenza del Liceo Galilei di Piedimonte Matese, una riunione allargata alla istituzioni e alle associazioni del territorio per programmare tutti insieme e democraticamente il calendario degli eventi del Piano Scuola Estate 2021.  Il Liceo, in una visione partecipativa e di lungo respiro, vuole porsi come soggetto proponente e propositivo, nella convinzione che la scuola, palestra dei giovani, sia il cuore pulsante della società.

About Redazione (10035 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

1 Comment on PIEDIMONTE MATESE, INTERESSANTE GIORNATA AL LICEO CON ENRICO CARUSO

  1. Iniziativa encomiabile .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: