PIANA DI MONTE VERNA,  MOZIONE DELL’OPPOSIZIONE IL SINDACO SPIEGA IL MOTIVO DEL NO:” NON CI POSSIAMO PERMETTERE SALTI NEL BUIO”

Piana di Monte Verna. Alla luce della mozione presentata dal gruppo di Opposizione Insieme Per Piana, ed opportunamente inserita dal Presidente del Consiglio Comunale, così come sancito dal regolamento, il sindaco ha poi fatto delle riflessioni di carattere politico prima di giungere alla votazione nel consiglio comunale di ieri. “ Da premettere –dice il sindaco Lombardi – che la manovra finanziaria con la conseguente riduzione delle aliquote è un obiettivo programmatico di governo che risulta inserito, pertanto, nel programma elettorale del gruppo di maggioranza I.D.E.A. Per il Futuro.E’ fuori dubbio che ci troviamo di fronte ad un argomento estremamente delicato e che, in quanto tale, necessita di un marcato approfondimento tecnico per verificare quanto e come, la MANCANZA DI GETTITO conseguente dalle riduzioni delle aliquote, possa incidere in termini di sostenibilità della spesa”.

  • Lei ritiene che ci siano considerazioni errate all’interno della mozione?

“La prima è quella che fa riferimento alla differenza attiva di “ oltre 800.000,00 Euro “ presente nel Piano di Estinzione trasmesso dall’OSL al Ministero competente.Il concetto sul quale fare doverosa chiarezza è che alcuni tra gli Enti, le società e le imprese che avanzano un credito dal Comune di Piana di Monte Verna non hanno aderito alla procedura semplificata, ciò non estingue il credito poiché gli stessi andranno comunque pagati e si utilizzeranno le somme che provengono proprio da questa “differenza attiva” di circa 800 mila euro.La seconda considerazione errata è quella che si riferisce alle unità lavorative che nell’ultimo biennio sono state “collocate in pensione.Le stesse unità che hanno raggiunto il pensionamento dovranno, in parte, essere sostituite. Ciò implica che il risparmio attualmente ottenuto sulla spesa del personale va confrontato e ribaltato sul fabbisogno del personale”.

  • Alla luce della mozione del gruppo di opposizione “Insieme per Piana” quindi, nella quale si evince una proposta di riduzione dell’IMU dal 10,60 per mille al 7,60 per mille e dell’addizionale I.R.P.E.F. dallo 0,80 per cento allo 0,40 per cento, sorgono una serie di questioni?

“ L’opposizione ha considerato la mancanza di gettito proveniente dalle riduzioni? Come vorrà fronteggiato rispetto alle esigenze del Comune? Abbassiamo quindi oggi le tasse per poi doverle alzare nuovamente? Non trascurabili, tra l’altro, sono le enormi  difficoltà evidenziate dallo stato emergenziale attuale, il cui debito potrebbe abbattersi proprio sui trasferimenti statali agli enti locali”.

  • Quindi quale sarà l’atteggiamento dell’Ente?

“Prudenza, proprio per queste ragioni, restiamo e resteremo prudenti- cio’ non toglie che, cosi’ come gia’ sottolineato in precedenti occasioni in sede di consiglio comunale, sara’ allo studio di questa amministrazione una manovra  ponderata accompagnata da relazioni tecniche e proiezioni di gettito economico-finanziario. Ci prepareremo, se le condizioni generali lo permetteranno, ad un taglio alle aliquote per il prossimo esercizio finanziario 2022/2024. Compiendo un’azione seria e credibile e non un salto nel vuoto! su questo impegno mi auguro che il suo gruppo consiliare possa fornire leale collaborazione con spirito costruttivo e non di mera opposizione”.(FOTO MARCO SAVOCCHIA).

About Redazione (10025 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: