LA VARIANTE DELTA, CONTINUA A PREOCCUPARE. LO SPECIALISTA:”DOBBIAMO ESSERE TUTTI PIU’ RESPONSABILI”

La diffusione della variante Delta del Covid-19, conosciuta in origine come la variante indiana, continua a preoccupare per il numero crescente di casi nel mondo. Identificata per la prima volta in India lo scorso ottobre, la variante Delta ad oggi è responsabile di moltissimi casi di Covid-19 un po’ ovunque in Europa, USA, Africa e Australia, con intensità diverse senza escludere la nostra Campania. Noi abbiamo incontrato il dr Luigi Ferritto, Pneuomologo, che da subito ha seguito in prima linea la “guerra” per il contrasto al Covid che di fronte a questa evidenza ha richiamato tutti ad essere  piu’ responsabili.

  • Dottore Ferritto, quanti casi in percentuale ci sono ?
    “Siamo già circa a più del settanta per cento di chi ha il COVID. Del resto era una prospettiva attesa”.
  • Ci sono situazioni particolarmente critiche?
    “Potenzialmente sono tante. C’è un numero elevato di contagi con la variante Delta nelle zone a grande vocazione turistica, con molta vita sociale”.
  • Lei è favorevole ai provvedimenti presi in base soprattutto ai ricoveri e non ai contagi?
    “Sì, sono favorevole: che la variante Delta contagi tanto lo sappiamo, ma ancora il dato ospedaliero è contenuto. Sono favorevole, ripeto, a un patto”.
  • Quale?
    “Dobbiamo fare in modo che le persone si vaccinino in massa. C’è bisogno di vaccinarsi con le due dosi. Dobbiamo chiederlo, dobbiamo convincere i recalcitranti”.
  • Con l’obbligo?
    “Meglio con il discernimento, se possibile, partendo da un dato che anche in Campania è lampante”.

Di che dato parla?
“Lo sintetizzo con brutale chiarezza, partendo da una premessa: tutte le persone gravemente ospedalizzate o morte di Covid erano soggetti non vaccinati o vaccinati con una sola dose. Qualcuno è stato male con due dosi, ma avendo preso il contagio prima della somministrazione o subito dopo, quando non era del tutto immunizzato”.

La sintesi?
“Muoiono i non vaccinati. Questo è un elemento di realtà”.

Cos’altro?
“Ricordiamoci di essere prudenti. Indossiamo la mascherina al chiuso, sempre, e all’aperto in presenza di assembramenti”.

Servono gli obblighi?
“Serve di più il senso di responsabilità”.

 

About Lorenzo Applauso (2186 Articles)
Iscritto all'ordine nazionale dei giornalisti, già direttore e fondatore della testata giornalistica italianews24.net e attualmente alla direzione di Casertasera.it. Collaboratore di numerose testate nazionali e locali.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: