SOCIOLOGIA – TIFO SPORTIVO COSA RAPPRESENTA NELLA SOCIETA’? LO CHIEDE UNA LETTRICE

Gentile dottoressa,  cosa rappresenta il tifo agonistico per e nella società ?

Evelina T.

_____________________________________________________________

Gentile Signora.  Da un punto di vista, prettamente sociologico, il tifo è “un indicatore esistenziale”. Quindi un fenomeno generato da una relazione di dipendenza tra l’attore sociale verso un contesto agonistico e/o di competizione che ritiene importate a tal punto da coinvolgerlo totalmente.È pertanto la  parte più dinamica e manifesta dell’identità sociale.

Un’identità che si compone di molteplici “personalita” ed e’ quindi il risultato di un processo  psico/sociale. Nel tifo è possibile rintracciare pensieri e volontà,  è senza dubbio un’azione che porta il tifoso a schierarsi e a difendere qul contesto. È perché no, considerabile anche un atto di coraggio; ad esempio parteggiare per un partito  politico o nelle situazioni più spigolose in cui  bisogna difendere una o l’ altra persona. Tifare vuoldire “sposare la  causa” è una dichiarazione di supporto.

Nei gruppi di tifosi si sperimenta concretamente, pertanto, il senso di appartenenza; spiegabile come una possibile  espressione d’amore, ai limiti del “romantico” tale per cui il tifoso giudica normale “soffrire” per la propria squadra, nel caso del calcio. E va riconosciuto, per questo motivo al tifo, di  rappresentare l’elemento fondamentale dell’esistenza di uno sport. Il cosiddetto 12⁰ uomo in campo.

In Italia è senza dubbio il calcio a farla da padrone, poi il motorsport e a seguire gli altri sport. Certamente non di minore importanza, ma perché il tifo è uno degli elementi caratterizzanti di una cultura e in Italia sappiamo benissimo che il calcio blocca il tempo. A dimostrazione c’è il fatto che fu il calcio degli anni ’20 a tenere, in Italia, a battesimo il “tifo”, raggiungendo  una importante ‘intensità di “masse entusiaste” presenti come pubblico in ogni occasione di disputa agonistica.

A tal proposito riporto una citazione che non lascia dubitare dell’ adrenalina e del coinvolgimento emotivo. La  frase e’ tratta dal film  “Febbre al 90° ” e dice:

“Ma… non lo so, forse è qualcosa che non puoi capire se non ci sei dentro. Come fai a capire quando mancano tre minuti alla fine e stai due a uno in una semifinale e ti guardi intorno e vedi tutte quelle facce, migliaia di facce stravolte, tirate per la paura, la speranza, la tensione, tutti completamente persi senza nient’altro nella testa… E poi il fischio dell’arbitro e tutti che impazziscono e in quei minuti che seguono tu sei al centro del mondo, e il fatto che per te è così importante, che il casino che hai fatto è stato un momento cruciale in tutto questo rende la cosa speciale, perché sei stato decisivo come e quanto i giocatori, e se tu non ci fossi stato a chi fregherebbe niente del calcio? E la cosa stupenda è che tutto questo si ripete continuamente, c’è sempre un’altra stagione. Se perdi la finale di coppa in maggio puoi sempre aspettare il terzo turno in gennaio, che male c’è in questo? Anzi, è piuttosto confortante, se ci pensi”. Benedict Anderson, sociologo irlandese  occupandosi della formazione delle ideologie nazionalistiche, ha coniato il termine Comunità immaginata. Considerando il tifo  un vero indicatore di appartenenza; un riferimento sociale.

Infatti, i tifosi delle varie squadre tendono a riconoscersi e sentirsi parte della stessa grande “comitiva” anche senza conoscersi; un’intesa  generata da vibrazioni empatiche. E’ armonia, allegria, condivisione goliardica, divertimento e come tale va praticato. Sono state tante le occasioni perse date in pasto al tifo violento, che ci auguriamo di non dover più raccontare.

*Dott.ssa Roberta Marra, laureata in Sociologia presso l’Università degli studi “G. D’Annunzio” Chieti-Pescara, con tesi di laurea in “ Diritto alla riservatezza e d’informazione: vizi e virtu’ della comunicazione giornalistica. Master di specializzazione in psicologia giuridica pedagogia con tesi dal titolo: “Lo stalking tra reato e patologia, ossessione e sentimento personalità e dinamiche socio relazionali”.

About Redazione (10692 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: