RIARDO – AL COMUNE NON E’ STATA SPEDITA NESSUNA LETTERA DI RECLAMO DEI RAGAZZI, LO CONFERMA FUSCO

Alessandro Bonafiglia|Riardo.”Ma dici una bugia e infatti scappi via”. Questa è una frase che l’amatissimo cantautore Vasco Rossi canta nel suo famoso brano ”Una canzone per te” e che può rivolgersi indubbiamente alle diverse persone ignote di Riardo, le quali hanno affermato che una lettera di reclamo scritta da parte dei ragazzi riardesi è stata mandata al municipio, criticando il fatto che nel piccolo paese non sono presenti gli spazi necessari che possano consentire ai ragazzi stessi di divertirsi praticando i celebri sport come il calcio. Ciò che costituisce motivo di perplessità è rappresentato dal fatto che questa lettera, di cui alcuni hanno parlato in paese, è stata firmata dai ”Ragazzi di Riardo” e di conseguenza non si conoscono nè gli autori della lettera nè chiunque l’abbia detto nel piccolo territorio riardese. Recentemente, il primo cittadino Fusco, attraverso la pagina Facebook del Comune di Riardo, ha dichiarato che nessuna lettera di reclamo dei ragazzi di Riardo è stata mandata all’ufficio protocollo dell’ente e che se dovesse arrivare veramente, lui stesso inviterebbe i giovani in sede per ogni loro chiarimento in merito ai disagi che provano. Gran parte dei cittadini ha difeso l’amministrazione comunale su questa argomentazione, precisando anche che degli adolescenti, chiaramente non tutti, hanno provocato danni in alcune località del paese, perfino quelle sportive e che di notte hanno infastidito diversi cittadini suonando i campanelli delle abitazioni. Logicamente, con quest’altro reclamo che è invece reale, non si vuole puntare il dito contro i giovani o dire che non è importante il divertimento e la possibilità di praticare sport a favore dei giovani stessi, ma si vuole far comprendere che l’educazione è un parametro importante che quest’ultimi devono ricevere dai genitori se vogliono giocare seriamente e se veramente decidono anche di scrivere una lettera da mandare al municipio. Fortunatamente a Riardo, così come in tutti i paesi del mondo, non esistono solo i maleducati, ma anche quelli educati. Inoltre, sempre il sindaco Fusco ha affermato che i giovani riardesi, per praticare qualsiasi sport, possono rivolgersi alle associazioni che gestiscono il campo di calcio “Michele della Torre”, collocato in via Starza per il gioco del calcio e anche l’Associazione “Massimo De Nuccio” che gestisce invece gli impianti polivalenti, collocato in Via Giusti per il gioco della pallavolo, basket, e tennis.

About Redazione (10670 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: