SAN GREGORIO MATESE, SU E GIÙ PER IL VULCANO, ROBERTO BOIANO GIUNGE TERZO NELLA 100 CHILOMETRI DELL’ETNA

Emiddio Bianchi. San Gregorio Matese. Nuova impresa di Roberto Boiano che nonostante il compleanno di qualche giorno fa abbia aggiunto un’altra primavera ai suoi 50 e passa, riesce a conquistare  con il terzo posto assoluto della sua categoria, un prestigioso risultato nella ultramaratona del “Vulcano”, in Sicilia. Su e giù per cento chilometri (101,300 per la precisione) lungo le pendici e i paesi che guardano l’Etna dal basso, lo sputafuoco più alto d’Europa, fatti tutti d’un fiato, alternando la corsa a tratti dove le aspre pendenze della montagna non ti fanno andare oltre il passo. “È proprio così – ci ha detto il podista di San Gregorio Matese – perché le rampe del vulcano erano durissime e non ti consentivano di correre. Per non sprecare le energie che mi sarebbero servite negli ultimi chilometri, tutti con fondo scosceso, ho preferito farmi alcuni chilometri con una camminata veloce, nelle ultime posizioni, per dare tutto nel finale”. Per l’ultramaratoneta matesino è stata la tattica vincente perché al traguardo solo in pochi podisti sono riusciti a stargli davanti, due della sua categoria e solo undici in totale, dopo ore e ore di fatica e di sudore. Quella dell’Etna Extreme è per Boiano solo l’inizio di altre meravigliose avventure in giro per il mondo. Il podista di San Gregorio vuole riprendersi tutti quei chilometri, già a partire da questo mese di settembre, che lo hanno costretto a restare a casa per via del Covid.

 

 

 

 

 

 

About Emiddio Bianchi (3848 Articles)
Vice Direttore di Casertasera.it. Ha collaborato con diverse testate giornalistiche e condotto, per molti anni, trasmissioni radio e tv.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: