S. POTITO AL VOTO- FACCIA A FACCIA CON IL SINDACO USCENTE FRANCO IMPERADORE: ”LA GE.ZOO.V NEI NOSTRI PRINCIPALI OBIETTIVI”

San Potito Sannitico. Campagna elettorale porta a porta anche anche a  S. Potito Sannitico, in vista del 3 e 4 ottobre quando verrà eletto  il  sindaco. Sostanzialmente corretta anche se non mancano  scorrettezze elettorali come vengono chiamate senza mai superare la soglia del buon senso. E’ una partita che si gioca a due e un fallo puo’ sempre scapparci. Sarà poi l’arbitro, in questo caso l’elettore, a decidere che provvedimenti prendere. Metafore a parte partiamo subito con una domanda al sindaco uscente, Franco Imperadore per capire di piu’ della contesa elettorale ormai entrata nel vivo.

  • Perché si è ricandidato?

“Per dare continuità ad un progetto iniziato 10 anni fa. Abbiamo fatto tanto- dice –  in questi anni, sono state, infatti, realizzate e migliorate tantissime opere a servizio della comunità: il polo scolastico, le strutture sportive, l’auditorium, la villetta comunale, le fognature, le strade, i marciapiedi, la pubblica illuminazione, il verde pubblico ecc.  C’è ancora tanto da fare e per questo bisogna continuare, con passione e determinazione. Continueremo a dare attenzione particolare agli anziani e alle persone più deboli. Inoltre, intendiamo valorizzare i beni comuni con programmi tesi ad ottimizzare l’identità dei luoghi e l’attrattività dei borghi. Continueremo a sostenere le iniziative culturali per far conoscere sempre di più la nostra comunità, promuovendo oltre ai luoghi simbolo anche i prodotti alimentari, eno-gastronomici con un attività di marketing finalizzata a promuovere il brand “Matese”.

–       Un’opera che pensa di realizzare entro il prossimo mandato, in caso di riconferma?

“Allo stato attuale, sono già in itinere tante progettualità, di cui alcune già appaltate e già finanziate relative al rifacimento di piazze, strade, marciapiedi, illuminazione pubblica, prevenzione del dissesto idrogeologico. Procede altresì spedita la progettualità relativa al recupero dell’area ex GE.ZOO.V. che prevede una filiera produttiva di prodotti alimentari e derivati nonché una fattoria sperimentale innovativa con annesso polo di ricerca al fine di poter permettere ai nostri giovani di affermare le proprie professionalità senza abbandonare i luoghi di origine”.

 –       Un progetto in corso che ti dispiacerebbe  interrompere in caso di non riconferma?

“La Progettualità relativa al recupero dell’area GE.ZOOV con filiera produttiva di prodotti alimentari e derivati nonché fattoria sperimentale innovativa con annesso polo di ricerca al fine di poter permettere ai nostri giovani di affermare le proprie professionalità senza abbandonare i luoghi di origine. Questa progettualità, nata dall’unione di molteplici competenze ed esperienze incontrate ed accumulate in questi anni, si pone l’ambizioso obiettivo di contrastare l’abbandono del nostro territorio da parte dei nostri giovani”.

–        Nel suo programma elettorale c’è un progetto per l’occupazione e se si come pensa di affrontarlo, ben sapendo le  difficoltà di realizzazione?

“Assolutamente sì. È proprio il progetto appena citato che, secondo uno studio preliminare, prevede svariate assunzioni che, sommato a tutto l’indotto che si verrà a generare, porterà alla stabilità lavorativa di un numero consistente principalmente di giovani. Il Progetto fortemente voluto da questa amministrazione è in stato avanzato ed è stato inserito nell’ambito delle risorse del PNRR”.

 

 

About Redazione (10670 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: