INCENDI NEL CASERTANO, ECCO IL DRAMMATICO BILANCIO DI UNA ESTATE DI FUOCO

Annibale Bologna|CASERTA. Settembre e’, per antonomasia, il mese dei resoconti e delle correlate riflessioni. Per la citta’ di Caserta e per il suo ambiente circostante questo mese si presenta, anche quest’anno, a sipario alzato, in tutta la sua triste drammaticita’. Si. Perche’ i precedenti mesi hanno segnato, in modo indelebile, cicatrici difficili se non impossibili da rimarginare. come documentato da foto che non avremmo mai voluto pubblicare. I Monti Tifatini si presentano in uno stato drammaticamente pietoso. Basta avere un po’ di coraggio e percorrere a piedi la strada una volta definita “Panoramica” e che conduce al Borgo di Caserta Vecchia. L’ambiente collinare circostante riporta alla memoria l’Inferno dantesco. Alberi divenuti scheletri, cumuli di rami bruciati mischiati a moderni reperti di scarti industriali li’ presenti per evidente ed innegabile barbarie. In altre aree, vicine alle locali abitazioni, fumi nauseabondi fuoriescono da materassi bruciati. No. Non e’ lo spettacolo che Caserta merita di vivere in questo momento, soprattutto nel mese in cui il Borgo si riapre ai sempre piu’ demotivati turisti, locali e non, desiderosi di frescura e tranquillita’. Ovviamente il nostro Quotidiano continuera’ a riportare quanto accade. Ma l’inversione di rotta e’ necessaria. In caso contrario, Caserta ed i suoi Borghi saranno destinati ad un declino irrimediabile e senza possibilita’ di appello.
About Redazione (10692 Articles)
Redazione di Casertasera.it Email: redazione@casertasera.it

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: